Dopo i test di Sebring della scorsa settimana, con la prima presa di contatto del nostro Luca Filippi con la monoposto del CFH Racing, in programma il 10 febbraio una nuova sessione di test collettivi IndyCar presso il circuito del NOLA Motorsport Park, nei dintorni di New Orleans.

Presenti ben 6 squadre: Team Penske, Andretti Autosport, Rahal Letterman Lanigan, CFH, Schmidt Peterson Motorsports e KV Racing Technology.

Occhi puntati proprio sul team di Vasser e Kalkhoven, che oltre al confermatissimo Sebastien Bourdais, tornato lo scorso anno sul gradino più alto del podio, proverà altri piloti per la seconda DW12-Chevy.

Svanita quasi definitivamente l’ipotesi Justin Wilson, la squadra dovrà puntare su di un pilota pagante. In pole position l’ex-GP2 Stefano Coletti, uno dei tanti ad aver testato la seconda macchina dello SPM, che avrà sicuramente a disposizione durante il test la #17 appartenuta lo scorso anno Sebastian Saavedra.

Il monegasco dovrebbe essere vicino a chiudere, ma in linea teorica in lizza ci sono ancora il britannico James Jakes – a spasso lo scorso anno – che potrebbe raccogliere il budget necessario, ma anche lo stesso Saavdedra, nonostante la pessima stagione 2014.

La terza macchina per la Indy 500 dovrebbe essere invece appannaggio di Bryan Clauson, in una entry condivisa col Byrd Racing. Per il pilota californiano si tratterebbe di una rivincita dopo lo sfortunato esordio nel 2012 col team di Sarah Fisher.

Un altro dei pochi volanti IndyCar ancora disponibili è presso il team Andretti. Una foto galeotta ritrae Scott Speed, già sotto contratto col team nel global rallycross, prendere le misure del sedile della DW12. Staremo a vedere se per l’ex-Toro Rosso F1 si tratterà di un impegno full-time a fianco di Hunter-Reay, Munoz e Marco Andretti, considerato che la schedule della serie targata Red Bull presenterebbe un paio di conflitti con il calendario IndyCar.

Ma c’è ancora una squadra che fin qui non ha confermato nemmeno un sedile: il Dale Coyne Racing. Justin Wilson potrebbe rientrare nuovamente nei piani del team, da cui si è separato consensualmente al termine della stagione scorsa; il secondo sedile potrebbe essere appannaggio invece di Simona de Silvestro, che rientrerebbe così nella serie che ha lasciato nel 2013, attratta dalle sirene Sauber F1.

Ricordiamo che manca ancora oltre un mese al season opener stagionale che, dopo il forfait di Brasilia, sarà ancora ospitato dal cittadino St.Petersburg, il 28-29 marzo.

Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

A Scott Speed il quarto volante Andretti? Per Simona de Silvestro ipotesi Dale Coyne

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2015/02/08-01-Bourdais-On-Course-MidOhio-Std.jpg IndyCar – KV testerà Coletti al NOLA