Sicuramente quella del Kentucky Speedway di ieri notte verrà ricordata come la più bella gara su ovale svoltasi quest'anno, sicuramente se la ricorderanno in tanti la bellissima e furiosa lotta per la vittoria tra Briscoe e Carpenter che ha avuto luogo negli ultimi venti giri a colpi di push-to-pass.

L'idea salva-spettacolo della IRL sembra aver avuto più successo di quanto previsto e se aggiungiamo all'uso del power boost le nuove delibere aerodinamiche concesse ai team ne traiamo un beneficio simile che la distanza che ha separato Briscoe da Carpenter sulla linea del traguardo è stata solamente di 0.0162 secondi, tradotto in termini statistici il settimo arrivo al photofnish più stretto della storia della IndyCar Series.

Per la gioia di piloti e spettatori la 300 Miglia del Kentucky è stato un successone, e si spera ora per la Indy Racing League che non sia stata solamente una magica nottata, ma l'inizio di un trend che si spera possa durare per molto tempo.

La cronaca della gara:

Scattate della prima fila le due vetture del team Ganassi provano a prendere il largo sin dai primi giri, mentre dietro la Patrick nel tentativo di superare Castroneves per il quarto posto perde il ritmo e si fa sopravanzare da Andretti all'esterno.

Con le due Ganassi che lavorano insieme per scappare dal gruppo inseguite dalla coppia del team Penske, numerose lotte si creano nelle retrovie, con Wilson e Kanaan che battagliano per la decima posizione. Anche nei piani alti della classifica iniziano ad arrivare le prime mosse, con Briscoe che sopravanza Franchitti per la seconda posizione e Castroneves che ha la meglio su Dixon per la terza piazza al giro diciotto. Moraes è dietro il quartetto di testa ed insegue a ruota.

Le vetture di Ganassi non sembrano essere le più veloci in pista, mentre dietro la Patrick e Marco Andretti si scambiano ripetutamente la posizione con entrambi non a disposizione del mezzo per fare la differenza sull'altro. Moraes e Carpenter battagliano per la quarta posizione al giro trentatre.

Power partito dalla ventesima piazza rimonta con un buon ritmo e già al giro trentacinque si trova in dodicesima posizione, mentre Scheckter alle prese con dei problemi di guidabilità del suo mezzo si ferma anzitempo ai box. Problemi al retrotreno costringono il sudafricano ad uno stop prolungato con perdita del giro.

Mentre Briscoe segue come un'ombra Dixon, Sarah Fisher è la prima a fermarsi ai box come da programma al giro quarantasette. Dixon, Briscoe, Castroneves, Carpenter, Moraes, Franchitti e Kanaan passano nell'ordine sulla linea del quarantottesimo giro, con Doornbos che viene doppiato.

Ai pit intanto Moraes e Conway entrano in contatto, entrambi ne escono danneggiati e salutano ogni speranza di ben figuarare. Al giro 52 Briscoe, Castroneves e Franchitti si fermano nei pit, con Dixon che aspetta un giro prima di fermarsi a sua volta cosi da trovare la corsia dei box libera.

La rimonta di Power prosegue, al giro 70 il canguro è in decima piazza in scia a Graham Rahal, mentre davanti Carpenter sorprende e viaggia con regolarità in terza posizione. Danica Patrick sopravanza Franchitti per la sesta piazza.

Davanti la lotta è serrata, Dixon e Briscoe corrono fianco a fianco per alcuni giri, prima di fermarsi nuovamente ai box per il secondo rifornimeto di etanolo e cambio gomme. Dixon, Briscoe e Carpenter formano il podio provvisorio.

Franchitti lamenta problemi di sottosterzo mentre l'auto di Dixon sembra essere apposto. Al giro 122 viene fatta sventolare la prima bandiera gialla a causa di problemi di natura elettrica per Justin Wilson, con del fumo che fuoriesce dal retrotreno della sua Dallara.

Molti piloti si fermano nuovamente ai box.

Al restart che avviene durante il 129esimo giro, Power è primo essendo rimasto in pista, seguito dal connazionale Briscoe poi Castroneves, Dixon, Carpenter, Kanaan, Franchitti, Patrick, Rahal e Andretti che chiude la top-10.

Da qui inizia il tripudio firmato Carpenter che infiamma le tribune, che malgrado il rischio rinvio per pioggia sembrano essere soddisfacentemente gremite. Il pilota di Indianapolis prende la leadership al 156esimo giro con lo stop ai box di Power, è l'occasione della sua vita, e spinge ad ritmo gara molto veloce, insostenibile anche per i migliori piloti.

Castroneves, Briscoe, Kanaan, Rahal, Dixon, Franchitti, Patrick, Andretti e Wheldon inseguono Carpenter lanciato alla conquista della sua prima vittoria in carriera, con le due monoposto di Ganassi che stentano a tenere il passo del leader; Franchitti è quinto e Dixon retrocede in settima piazza.

Per il leader l'ultimo pit-stop avviene al 175esimo giro con una sosta molto veloce, Kanaan si fermerà il giro successimo, mentre per Briscoe e Castroneves la sostà avverrà al giro 178.

Al giro 183 Carpenter ancora leader si deve guardare dagli attacchi di Kanaan che sta disputando la sua miglior gara stagionale, con Briscoe che risale gradataemnte fino ad agganciarsi al duo di testa.

Alla 189esima tornata Briscoe sopravanza Kanaan e inizia l'assedio alla leadership di Carpenter, con una bella lotta side-by-side che continuerà sin sulla linea del traguardo a colpi di push-to-pass.

Carpenter favorito dalla traiettoria interna sembra poter contenere gli insistenti attacchi esterni di Briscoe, che invece guadagna terreno nei due rettilinei senza pero riuscire a superare completamente la Dallara del Vision Racing. Cosi i due arrivano sulla linea d'arrivo appaita con Briscoe all'esterno che sopravanza Carpenter per appena un centesimo di secondo. Kanaan, Castroneves ed un ottimo Rahal chiudono la top-5.

Roberto Del Papa

2009 Meijer Indy 300 – Kentucky Speedway – Gara:

 

1         Ryan Briscoe

Team Penske                              6        D/H/F 3        0.000 200     6        37      Running         50

 

2        Ed Carpenter

Vision/William Rast/Lilly Racing       20      D/H/F 14      0.000 200     5        34      Running         40

 

3        Tony Kanaan

Team 7-Eleven                                     11      D/H/F 9        0.000 200     1        1        Running         35

 

4        Helio Castroneves

Team Penske                              3        D/H/F 4        0.000 200     1        2        Running         32

 

5        Graham Rahal

McDonald's Racing Team                        02      D/H/F 10      0.000 200     0        0        Running         30

 

6        Dario Franchitti

Vaseline                                    10      D/H/F 2        0.000 200     0        0        Running         28

 

7        Scott Dixon

Target Chip Ganassi Racing           9        D/H/F 1        0.000 200     3        95      Running         28

 

8        Danica Patrick

Boost Mobile/Motorola                           7        D/H/F 5        0.000 200     1        2        Running         24

 

9        Will Power                       

Penske Truck Rental                    12      D/H/F 20      0.000 200     4        29      Running         22

 

10      Marco Andretti

Meijer                                       26      D/H/F 6        0.000 200     0        0        Running         20

 

11      Dan Wheldon

National Guard Panther Racing                4        D/H/F 7        0.000 200     0        0        Running         19

 

12      Sarah Fisher

Dollar General/Sarah Fisher Racing 67      D/H/F 22      0.000 200     0        0        Running         18

 

13      Hideki Mutoh

Formula Dream                                     27      D/H/F 11      0.000 200     0        0        Running         17

 

14      Ryan Hunter-Reay

ABC Supply Co. AJ Foyt Racing               14      D/H/F 17      0.000 197     0        0        Running         16

 

15      E.J. Viso

PDVSA HVM Racing                      13      D/H/F 18      0.000 197     0        0        Running         15

 

16      Raphael Matos

US Air Force Luczo Dragon Racing 2        D/H/F 13      0.000 196     0        0        Running         14

 

17      Mike Conway

Dad’s Root Beer/Dreyer & Reinbold 24      D/H/F 19      0.000 192     0        0        Running         13

 

18      Mario Moraes

Azul Tequila/Votorantim/KVRT                 5        D/H/F 16      0.000 188     0        0        Running         12

 

19      Robert Doornbos

Newman/Haas/Lanigan Racing                 06      D/H/F 12      0.000 185     0        0        Running         12

 

20      Milka Duno

CITGO/Dreyer & Reinbold Racing              23      D/H/F 15      0.000 165     0        0        Running         12

 

21      Justin Wilson

Z-Line Designs                                     18      D/H/F 8        0.000 120     0        0        Mechanical    12

 

22      Tomas Scheckter

Mona Vie/Dreyer & Reinbold Racing          43      D/H/F 23      0.000 59      0        0        Mechanical    12

 

23      Jaques Lazier

Novicomm LED Lighting Technology          98      D/H/F 21      0.000 43      0        0        Mechanical    12


Stop&Go Communcation

Sicuramente quella del Kentucky Speedway di ieri notte verrà ricordata come la più bella gara su ovale svoltasi quest'anno, sicuramente […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/00_briscoe.jpg IndyCar – Kentucky – Gara: Briscoe su Carpenter per un centesimo!