Katherine Legge ha fatto sapere ieri al mondo, poche ore dopo l’annuncio ufficiale dell’ingaggio di Sebastian Saavedra da parte del Dragon Racing in sua sostituzione, di vantare un contratto valido anche per la prossima stagione, oltre che – ovviamente – la propria insoddisfazione per il repentino appiedamento in favore del colombiano.

Oggi invece è stata la volta del Dragon Racing che, per bocca del Vice Presidente Paul Woolnough, ha replicato con i soliti ringraziamenti di rito ma che “sfortunatamente il nostro sponsor primario ed il Dragon Racing hanno deciso che per il team era meglio muoversi in una differente direzione per la prossima stagione”.

Il CEO della TrueCar, lo sponsor primario della vettura e che aveva supportato Katherine Legge attraverso l’iniziativa “Women Empowered”, Scott Painter, ha confermato il desiderio di un nuovo pilota per il 2013, pur senza specificare la ragione ufficiale dell’ingaggio di Saavedra, anche se però non ha avuto molti riguardi nei confronti della pilotessa britannica. “Abbiamo apprezzato la collaborazione con Katherine, ma dopo 12 mesi di duro lavoro e sforzi sinceri da parte della TrueCar nel fare risorgere la sua carriera in monoposto, abbiamo deciso di seguire un pilota diverso per la stagione IndyCar 2013”.

Il Dragon Racing e la TrueCar, cui la Legge ha intentato causa, hanno dichiarato di avere tentato di risolvere amichevolmente la questione prima di addivenire alla disputa legale, ma anche che hanno grande fiducia di prevalere.

Nella foto, Katherine Legge e Jay Penske

Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

Katherine Legge ha fatto sapere ieri al mondo, poche ore dopo l’annuncio ufficiale dell’ingaggio di Sebastian Saavedra da parte del […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/02/usa-140213-01.jpg IndyCar – Katherine Legge replica all’appiedamento citando il Dragon Racing