James Hinchcliffe, a distanza di un anno dal terribile incidente alla curva 3, guida la prima giornata delle qualifiche della 100ma edizione della Indy 500, nella quale sono state definite le prime tre file della griglia di partenza.

Il pilota canadese ha tirato fuori il meglio dalla sua DW12-Honda al secondo tentativo utile, segnando la media sui quattro giri di 230.946 mph.

Nel primo stint però era stato Townsend Bell a primeggiare, segnando anche la migliore media sul giro singolo della sessione con 231.582 mph. Il pilota californiano ha comunque mantenuto il proprio diritto a disputare la Fast Nine di domenica pomeriggio, in quanto la sua prestazione alla fine della giornata è valsa la quinta media assoluta.

Prima di Hinchcliffe infatti era stato Helio Castroneves a strappare per una attimo la pole virtuale, mentre Will Power prima e Ryan Hunter-Reay poi, si sono avvicinati senza però superare il tempo del “sindaco”.

Va detto che la pioggia che ha bagnato la pista durante la notte e un forte vento trasversale, che ha penalizzato soprattutto la seconda metà dei tentativi, hanno mutato radicalmente le condizioni della pista, che ha visto anche un crash, con Pippa Mann fuori alla curva 2.

Nessuna conseguenza fisica per la pilotessa britannica, ma tanto lavoro per la crew del Dale Coyne Racing, che oltre a ricostruire la parte posteriore della DW12-Honda bianco-rosa, deve anche investigare sui motivi del cedimento del particolare dell’ala posteriore che avrebbe causato l’incidente.

Precauzionalmente tenuto fuori dalla prima tornata di tentativi a causa di questa defaillance tecnica il compagno di squadra Conor Daly, che però ha potuto qualificarsi nel prosieguo della sessione. Unico altro pilota a non completare il tentativo di qualifica oggi un altro britannico, Max Chilton, che nelle libere del mattino dominate da Alexander Rossi, si era stampato sempre sulla curva 2. Anche qui, nessuna grave conseguenza fisica, ma danni sia all’anteriore che al posteriore della sua Dallara #8.

Tornando ai risultati della pista, completano la line-up dello shooutout di domani Josef Newgarden, secondo dopo il primo giro di tentativi, Mikhail Aleshin, ultimo ad entrare in pista, Carlos Munoz ed il leader della serie, Simon Pagenaud.

Fuori per poco Oriol Servia – P6 dopo il primo round, il catalano ha sprecato inspiegabilmente il secondo tentativo perdendo la posizione acquisita – e le altre due vetture del team Andretti, con Alexander Rossi, migliore tra i rookie, e Marco Andretti, cui non sono valsi altri due tentativi per entrare tra i primi nove.

Out dalle prime tre file anche tre protagonisti dell’edizione 2015, Juan Pablo Montoya, vincitore dell’ultima edizione, il campione in carica della serie e vincitore 2008 Scott Dixon, ed il poleman delle ultime due 500, Ed Carpenter, che occupano le posizioni dalla 12 alla 14. Grossa delusione infine in casa Rahal, con Graham solamente 15mo.

Domenica si completerà la definizione della griglia di partenza della Indy 500, con partenza alle 2.45 PM per le posizioni dalla 10 alla 33, mentre le prime tre file verranno decise dalle 5 alle 5.45 PM.

Piero Lonardo

I risultati delle Qualifiche

 


Stop&Go Communcation

Pippa Mann, crash senza conseguenze

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2016/05/Hinch3.jpg IndyCar – Indy 500, Qualifiche – Day 1: Hinchcliffe guida i 33