Pioggia protagonista nella prima giornata di qualifiche delle 101ma edizione della Indy 500. Le copiose precipitazioni che hanno tormentato il midwest hanno infatti rallentato lo svolgimento del programma odierno sull’ovale dell’Indiana.

Dopo un warm-up a ranghi ridottissimi condotto da Gabby Chaves, pronto a sostenere due ulteriori prove su ovale dopo Indianapolis, a Pocono ed in Texas, con l’Harding Racing, una nuova lunga interruzione prima di poter iniziare le procedure alle 4 PM.

Unico tentativo per ciascun partecipante quindi, con l’eccezione di Zach Veach, la cui monoposto è ancora in ricostruzione dopo il crash del Fast Friday.

Terzo ad uscire in pista secondo l’ordine sorteggiato è Tony Kanaan il primo a scendere sotto le 230 mph di media sui quattro giri, seguito poco dopo da Will Power e Scott Dixon. Buona P3 provvisoria per il rookie più osservato, Fernando Alonso.

Esce per 19mo Sebastien Bourdais, che dopo il dominio nel Fast Friday sembra destinato alla pole position con due giri oltre le 231 miglia; purtroppo la DW12 #18 del Dale Coyne Racing si scompone prima di entrare in curva due, picchia duramente col muso per poi cappottare. Pronto l’intervento dei soccorritori, con il campione francese che da’ subito segni positivi prima di essere portato al Methodist Hospital dell’Indiana University per le opportune valutazioni.

Per Bourdais, che ha subito una notevole decelerazione, il primo bollettino medico parla di fratture multiple al bacino, che verranno ridotte mediante operazione già nella serata odierna, e di una frattura all’anca destra. Al tetracampione ChampCar i migliori auguri di pronta guarigione dalla redazione di Stop&Go.

Il programma dopo le opportune verifiche alla pista prosegue con Takuma Sato che va a scalzare Dixon dalla testa della classifica, ma alla fine è Ed Carpenter a primeggiare alla media di 230.468 mph.

Insieme al polesitter 2013-2014 nel cosiddetto Pole Day si giocheranno le prime tre file Takuma Sato, Scott Dixon, JR Hildebrand, Alexander Rossi, Will Power, Fernando Alonso, Tony Kanaan e Marco Andretti.

Il programma di domenica prevede – meteo permettendo – un warm-up di due ore dalle ore 12.00, per poi andare a definire le ultime 10 file della griglia a partire dalle 2.45 PM. La lotta per la pole position negli ultimi 45’ dalle 5.00 PM, il tutto ora locale.

Piero Lonardo

I risultati delle Qualifiche


Stop&Go Communcation

Paruoso incidente per Sebastien Bourdais

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2017/05/Carpenter-1024x683.jpg IndyCar – Indy 500, Qualifiche: Carpenter il migliore dopo la pioggia