Il Bump Day è una singolare sessione di qualificazione che permette a tutti quei piloti estromessi dalla griglia di partenza durante i tre giorni di qualifica di entrare nella griglia composta da trentatrè auto che prenderanno il via nella corsa di fine maggio.

Nel quarto giorno di qualifica, ogni tentativo che risulterà essere più veloce di una vettura presente nelle trentatre posizioni nella griglia di partenza scalzerà la vettura più lenta dal gruppo, non importa in quale delle tre sessioni si sia qualificata, definita "on the bubble", ovvero letteralmente parlando nella bolla.

La vettura "eliminata" sarà così rimossa dalla griglia, e le restanti vetture dietro di essa avanzeranno di una posizione ed il nuovo qualificato prenderà la trentatreesima posizione o una posizione più alta se sarà più veloce degli altri piloti che si qualificheranno nel quarto giorno.

Ogni vettura ha tre tentativi di qualificazione.

Esempio: Danica Patrick si qualifica undicesima nella prima giornata di qualficiazione (pos. 1/11) ma risulterà essere poi la più lenta del gruppo alla fine delle tre giornate di qualifica.

Se la prima auto che affronterà il bump day, esempio Buddy Lazier, risulterà essere più veloce della Patrick, si qualificherà in trentatreesima posizione, mentre la Patrick sarà estromessa dalla griglia e dovrà a sua volta tentare di eliminare il pilota più lento della griglia. Le auto che si sono qualificate subito dietro la Patrick avanzeranno di una posizione.

Roberto Del Papa


Stop&Go Communcation

Il Bump Day è una singolare sessione di qualificazione che permette a tutti quei piloti estromessi dalla griglia di partenza […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/00_tagliani11.jpg IndyCar – Indy 500 – Preview: Cos’è il Bump Day?