Josef Newgarden è il pilota che ha tratto il meglio dalla sessione di prove libere di ieri. Tutti e 33 i driver iscritti alla Indy 500 di domenica hanno girato per un totale di ben 2329 tornate dell’IMS nelle cinque ore a disposizione lunedì 19 maggio.

Il giovane alfiere di Sarah Fisher ha segnato il miglior tempo della sessione con 227.105 mph, ben lontano quindi dalla pole di Ed Carpenter, che nella graduatoria di ieri si trova a centro gruppo, ventesimo.

Lunedì c’è stato spazio anche per uno dei pochi brividi di questa intensa settimana di prove libere e qualifiche, con uno dei protagonisti più attesi, Kurt Busch (nella foto, in azione), che ha perso il controllo della #26, sbattendo duro alla curva 2 con la macchina da gara.

Risultato: pilota illeso ma macchina non riparabile per la gara. L’Andretti Autosport ha annunciato che Busch utilizzerà il muletto di Marco Andretti e manterrà quindi la 12ma posizione conquistata in griglia.

L’unico altro incidente dei preparativi alla Indy 500 2014 è occorso a Jack Hawksworth, che ha impattato alla curva 3, ancora una volta senza conseguenze per il pilota.

Il proscenio a partire da giovedì passa alle Indy Lights, con le prove libere e le qualifiche, in attesa della Freedom 100 in programma il giorno successivo, li cosiddetto Carb(uration) Day.

Piero Lonardo

La classifica delle Libere del 19/05


Stop&Go Communcation

Spavento per Kurt Busch, incolume dopo il crash alla curva 2

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/05/Busch.jpg IndyCar – Indy 500: Newgarden guida le ultime libere