La stagione 2016 non è stata particolarmente prodiga di soddisfazioni per il team Andretti Autosport. Nelle prime cinque gare stagioni infatti, la squadra gestita da Michael Andretti ha rimediato solamente un arrivo nella top five con Ryan Hunter-Reay, terzo nella corsa inaugurale di St.Petersburg.

Nonostante gli strali della vigilia per una Honda poco competitiva, la squadra di Nazareth ha piazzato tutti e quattro i propri piloti al top della classifica delle prime libere della Indy 500.

Lunedì infatti Marco Andretti, che per l’occasione sfoggerà un casco ispirato a quello di nonno Mario (nella foto) ha condotto il pacchetto dei 33 contender alla media di 228.798 mph, davanti a Carlos Munoz, Ryan Hunter-Reay e Alexander Rossi.

Il giovane rookie nella mattinata aveva completato il ROP (Rookie Orientation Program) insieme agli altri quattro debuttanti (Matthew Brabham, Max Chilton, Stefan Wilson e Spencer Pigot) e ai cinque veterani che si sono limitati al cosiddetto “Refresher Program”. In questa sede è stato Townsend Bell a primeggiare con 224.179 mph.

Il californiano si è anche migliorato nel pomeriggio, segnando il sesto tempo dietro il primo degli Chevrolet, il campione in carica Scott Dixon, poleman 2015. Solamente nono invece il primo della pattuglia Penske, Will Power, mentre il leader del campionato Simon Pagenaud ha segnato il 16mo tempo.

La seconda giornata di libere è stata annullata per pioggia, per cui le monoposto più veloci del pianeta ritorneranno in pista, meteo permettendo, a mezzogiorno di mercoledì. Ricordiamo che le qualifiche per la 100ma edizione della Indy 500 sono in programma sabato e domenica prossimi.

Piero Lonardo

I risultati del Rookie/Refresher test

I risultati delle Libere 1


Stop&Go Communcation

Seconda giornata annullata per pioggia

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2016/05/Andretti_Helmet.jpg IndyCar – Indy 500, Libere 1: Il team Andretti in gran spolvero