Diffusa l’entry list della 99ma edizione della Indy 500. Sono 33 fin qui i piloti iscritti che cercheranno di iscrivere il proprio nome sul Borg&Warner Trophy dopo quello di Ryan Hunter-Reay, per 34 vetture.

Ancora da assegnare solamente la DW12-Honda #19 del Dale Coyne Racing fin qui assegnata a Francesco Dracone. Per questa macchina si fanno i nomi di James Davison, che lo scorso anno ha debuttato col KV Racing, e di Vitor Meira, 9 partecipazioni con 4 team diversi, con 2 secondi posti nel 2005 e nel 2008. Confermato invece all’ultimo momento Carlos Huertas al volante della #18 con la quale ha disputato fin qui solo le prime due gare di St.Petersburg e del NOLA ed il GP of Indianapolis lo scorso sabato.

Le più recenti addizioni all’entry list si devono ricondurre a Townsend Bell, con la vettura iscritta dal Dreyer & Reinbold in partnership col Kingdom Racing (nella foto), da Bryan Clauson, con la terza vettura del team di Kevin Kalkohven e Jimmy Vasser, e da Buddy Lazier, vincitore 1996.

A Lazier si uniscono altri 5 vincitori precedenti: Helio Castroneves (vincitore tre volte, nel 2001, 2002 e nel 2009), Juan Pablo Montoya (2000), Scott Dixon (2008), Tony Kanaan (2013), oltre al vincitore 2014 Ryan Hunter-Reay.

Solo due, salvo sorprese, i rookies, Gabby Chaves, campione Indy Lights 2014, che ha già completato il Rookie Orientation Program, e Stefano Coletti. Il monegasco sarà sottoposto alle prove lunedì 11 maggio, prove che apriranno le attività in pista, in attesa delle prime libere a partire dalle 3 PM ora locale.

Piero Lonardo

L’entry list della 99ma Indy 500


Stop&Go Communcation

Unico sedile da assegnare al Dale Coyne Racing

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2015/05/Bell.jpg IndyCar – In 34 per la 99ma Indy 500