Ben 25 macchine si sono presentate mercoledì 30 aprile sul rinnovato circuito stradale di Indianapolis ricavato all’interno dello speedway.

L’open test era in funzione della prima edizione del GP of Indianapolis, che si terrà il 10 maggio prossimo.

Oltre ai 23 “regular” presenti anche le due “one-shot” previste, vale a dire Franck Montagny sulla quinta vettura del Team Andretti e Martin Plowman con la seconda entry del Team Foyt, che sfoggerà la livrea originale, completamente rossa, del team texano (nella foto).

Per l’inglese – che sarà ai nastri di partenza anche della indy 500 due settimane dopo – si tratta di un ritorno nella massima serie americana a ruote coperte, dove aveva corso 3 gare nel 2011 sulla entry di Sam Schmidt, dopo le buone prestazioni nell’American Le Mans Series e nel FIA WEC, culminate con la vittoria di categoria a Le Mans sulla Morgan Nissan dell’Oak Racing.

Tornando alle risultanze dei test, i piloti si sono dimostrati entusiasti del nuovo tracciato, sorto sulle ceneri di quello utilizzato dalla F1 nei primi anni 2000. Per la cronaca, il miglior tempo è stato segnato dal campione in carica Scott Dixon con 1.09.5969 davanti al compagno di squadra Ryan Briscoe; al mattino era stato invece l’attuale capolista della serie, Will Power, a segnare il miglior crono. Complessivamente, ben 19 piloti sono racchiusi nello spazio di 1 solo secondo.

Appuntamento per le prime libere a giovedì prossimo 8 maggio.

Piero Lonardo

I risultati dell’Open Test


Stop&Go Communcation

Anche Plowman e Montagny all’open test

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/05/04-30-Plowman-On-Course-IMSRC-Std.jpg IndyCar – I piloti promuovono il nuovo stradale di Indy