È un momento decisamente difficile per il progetto IndyCar della Lotus. Due delle squadre motorizzate dalla casa britannica, Dreyer & Reinbold Racing e Bryan Herta Autosport, hanno clamorosamente deciso di interrompere la collaborazione per la fornitura dei propulsori.

Ad anticiparlo è il quotidiano IndyStar: le motivazioni, ovviamente, risiedono nelle difficoltà che i team legati alla Lotus hanno incontrato in questo inizio di stagione nei confronti della concorrenza di Chevrolet e Honda, tra ritardi nelle tempistiche, scarse prestazioni, scarsa affidabilità e mancanza di ricambi sufficienti.

Anche per questo motivo il Bryan Herta Autosport, che schiera Alex Tagliani, aveva già scelto di disertare la prossima trasferta di San Paolo.

L’amministratore delegato del campionato Randy Bernard ha affermato che la questione dovrebbe venire risolta nello spazio di “uno o due giorni”.

Ai V6 Lotus, realizzati in collaborazione con la Judd, restano per adesso fedeli Dragon Racing e HVM; alla 500 Miglia di Indianapolis ci sarà anche il team Newman Haas con la “wild-card” d’eccezione Jean Alesi.

Probabile invece che Bryan Herta Autosport e Dreyer & Reinbold Racing firmino presto con Honda o Chevrolet.


Stop&Go Communcation

È un momento decisamente difficile per il progetto IndyCar della Lotus. Due delle squadre motorizzate dalla casa britannica, Dreyer & […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/04/usa-240412-01.jpg IndyCar – Dreyer & Reinbold e Bryan Herta Autosport mollano i motori Lotus!