Superato l’ultimo ostacolo alla conferma del Grand Prix di Detroit IndyCar grazie al benestare del Michigan Department of Natural Resources (MDNR).

La gara, che si svolgerà ancora una volta nel weekend del Memorial Day assieme al WeatherTech SportsCar Championship, della cui schedule 2019 rappresentava l’unico punto ancora da validare, è stata confermata per il prossimo triennio, con opzioni anche per il 2022 e 2023.

La conferma del doubleheader cittadino di Belle-Isle avvicina ancor più il completamento della schedule IndyCar 2019, e giunge un paio di settimane dopo l’annuncio del season finale di Laguna Seca, già anticipato su queste pagine, e che va a sostituire il tradizionale appuntamento di Sonoma.

Sempre parlando di concorrenza fra circuiti, paiono ormai al lumicino le speranze di vedere le monoposto più veloci del pianeta sul Circuit of the Americas, stante il veto del vicino Texas Motor Speedway, quest’ultimo vicinissimo al rinnovo fino al 2021.

Ultimo ostacolo alla composizione del calendario della prossima stagione, la ricerca di un nuovo ovale per sostituire l’ISM di Phoenix. Tra i potenziali candidati si parla dei circuiti di Richmond, Homestead e Charlotte. Sembrano invece ora assai lontane le recenti velleità del management IndyCar – più volte emerse nell’ultimo biennio – di espandere la serie al di fuori del nordamerica.

L’IndyCar Series tornerà in pista il prossimo weekend sul triovale di Pocono.

Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

Poche speranze per il COTA. La serie alla ricerca di un nuovo ovale per sostituire Phoenix

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2018/08/JGS_2018-DETROIT-123150-1.jpg IndyCar – Detroit rinnova e la schedule 2019 si avvicina