Il mosaico del mercato piloti dell’IndyCar Series si è arricchito nelle ultime ore di due nuove tessere.

La più importante è quella di Conor Daly, che ha firmato con il team di AJ Foyt. L’attuale “rookie of the year” andrà a sostituire Jack Hawksworth sulla #41 che ha occupato con solo cinque arrivi nella top ten, nelle ultime due stagioni.

Il 24enne figlio d’arte (nella foto) ha invece impressionato alla sua prima annata completa col Dale Coyne Racing dopo il debutto alla Indy 500 del 2013, disputata proprio con la squadra del campione texano, ottenendo il secondo posto in gara-1 a Detroit, più altri 4 arrivi nella top ten.

Per l’AJ Foyt Racing inoltre, squadra ricordiamo da quest’anno dotata dei propulsori Chevrolet, dovrebbe essere Carlos Munoz a completare il megascambio triangolare che ha portato Takuma Sato presso l’Andretti Autosport dopo il passaggio del Team Ganassi ai motori Honda, occupando proprio la monoposto #14 ex-Sato.

Presso Dale Coyne invece si è accasato Ed Jones. Fresco di titolo Indy Lights, l’inglesino di Dubai si propone di continuare la striscia positiva di Daly grazie al programma recentemente rafforzato al fianco della star Sebastien Bourdais.

Alla luce di questi ultimi movimenti, pochi ancora i sedili ancora liberi in chiave 2017. Oltre all’abitacolo part-time presso il team di Ed Carpenter, che dovrebbe essere comunque appannaggio di Spencer Pigot, in teoria rimane libera solo la vettura del KV Racing.

La squadra di Jimmy Vasser inizialmente avrebbe dovuto chiudere con Jones grazie alla scolarship Mazda guadagnata col titolo conquistato nella serie cadetta, ma ora vede il proprio futuro a rischio in assenza di un driver pagante, driver che potrebbe però essere procurato dal Team Carlin, che potrebbe così concretizzare l’esordio nella massima serie di monoposto a stelle e strisce.

Fonti attendibili citano però che si sia resa disponibile anche la quarta vettura del Team Ganassi, nonostante l’accordo esistente con Max Chilton, un settimo posto come miglior risultato a Phoenix alla stagione del debutto. E’ assai possibile che queste due esigenze confluiscano, lasciando vacante l’appetibilissima DW12-Honda #8; alla finestra almeno una decina di piloti, tra cui anche il nostro Luca Flippi, fresco papà per la seconda volta.

Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

Pochi i sedili ancora liberi in chiave 2017

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2016/11/DALY_FOYT.jpg IndyCar – Conor Daly da Foyt. Jones con Dale Coyne