L’IndyCar Series ha reso noto a sorpresa che nel 2017 non vi saranno sviluppi sugli aerokit, congelandone di fatto gli sviluppi alo stato attuale.

La decisione giunge dopo notevoli pressioni da parte dei team manager che, come noto, hanno avuto fin qui prese di posizione contrastanti sin dall’annuncio della loro introduzione, nel 2013; introduzione avvenuta di fatto solo lo scorso anno.

Obiettivo della serie, realizzare in chiave 2018 un nuovo kit aerodinamico unico, non più differenziato quindi per costruttore (peraltro una delle feature iniziali – ndr).

Nelle parole di Jay Frye, presidente delle competizioni e delle operazioni IndyCar, le specifiche di questo nuovo kit unico: “La macchina del 2018 è un’opportunità tremenda per la serie ed il suo disegno e già stato avviato. La nuova macchina universale – continua Frye –  dovrà essere bella, meno dipendente dall’aerodinamica, avere più potenziale dal punto di vista del grip e dell’effetto suolo ed infine incorporare tutte le ultime migliorie in chiave di sicurezza.”

Questo il futuro prossimo; nel weekend invece si deciderà la lotta per il titolo 2016 fra Simon Pagenaud e Will Power. Le ostilità in pista inizieranno a Sonoma a partire dalle 2.00 PM di venerdì 16 settembre, fuso del Pacifico.

Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

In preparazione un kit “universale” per il 2018

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2016/09/09-14-Watkins-Glen-Start-MultiCar.jpg IndyCar – Congelati gli aerokit per il 2017