L’IndyCar Series ha confermato che Chevrolet e Honda produrranno differenti configurazioni aerodinamiche per personalizzare le Dallara DW12.

Come noto l’introduzione dei famigerati aerokit, che sono costati la poltrona di CEO della serie a Randy Bernard alla fine della scorsa stagione, e che doveva inizialmente partire già la prossima stagione, è stata prorogata all’inizio del 2015.

Le configurazioni aerodinamiche permesse saranno solamente due, distinte per superspeedways e circuiti stradali o cittadini ed ovali corti, come peraltro già in uso con le attuali Dallara. Durante la Indy 500, ciascun concorrente durante le prove potrà utilizzare più di un aerokit, ma la configurazione utilizzata in qualifica dovrà poi essere utilizzata in gara.

Le componenti passibili di modifica saranno limitate e (v.foto) non modificheranno l’aspetto globale della DW12, ma permetteranno di distinguere immediatamente le machine in funzione delle motorizzazioni adottate, in stile Nascar. Questi saranno gli unici kit autorizzati insieme ai Dallara preesistenti, che continueranno pure ad essere utilizzati nel 2015. Questi kit non potranno costare più di 75.000 $.

Porte aperte invece per il 2016, allorquando potrebbero spuntare, al termine del patto triennale iniziale limitato a Chevy, Honda e alla Lotus già ritirata, nuovi fornitori di motori e/o nuovi fornitori di aerokit terzi. Anche Chevrolet ed Honda potranno upgradare il loro aerokit, previa omologazione. Gli upgrades non potranno costare più di 15.000 $.

I test in pista delle nuove componenti aerodinamiche potranno iniziare il 6 ottobre 2014 e dovranno terminare il 18 gennaio 2015

Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

L’IndyCar Series ha confermato che Chevrolet e Honda produrranno differenti configurazioni aerodinamiche per personalizzare le Dallara DW12. Come noto l’introduzione […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/12/INDYCARAeroKits.jpg IndyCar – Confermati gli aerokit Chevrolet e Honda nel 2015