Lungo quanto complicato il rapporto tra Brian Barnhart e l’IndyCar Series. Mercoledì il 56enne dirigente ha annunciato una nuova svolta in questa vicenda, lasciando il ruolo di vice presidente operativo e soprattutto direttore di gara per assumere la presidenza dell’Harding Racing.

La collaborazione tra Barnhart e la serie data addirittura 1997, con un brusco stop al termine del 2011 dopo l’incidente fatale del compianto Dan Wheldon, per poi riprendere le redini dell’attività in pista quattro anni dopo, a seguito delle dimissioni di Beaux Barfield.

La squadra di Mike Harding, che ha debuttato nella scorsa stagione disputando tre gare tra cui la 102ma Indy 500, conclusa da Gabby Chaves con un sorprendente nono posto finale, non ha nascosto le intenzioni di prendere parte alle serie 2018 con una entry full-time.

Barnhart ritroverà all’Harding Racing nientemeno che Al Unser Jr.- attuale coach di lusso del pilota colombiano – di cui era meccanico negli anni ’90.

Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

Si riforma la coppia con Al Unser Jr.

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2017/11/11-28-Brian-Barnhart-DriversMeeting.jpg IndyCar – Barnhart nuovo presidente dell’Harding Racing