Il campione in carica dell’IndyCar Series, Ryan Hunter-Reay conquista la pole position al Barber Motorsports Park di Birmingham, Alabama con il tempo di 1.07.0871, precedendo di due decimi nella Firestone fast Six il vincitore dello scorso anno Will Power.

In seconda fila il sempre più promettente rookie Tristan Vautier e Scott Dixon, cui va il merito di avere segnato il miglior giro all-time, unico a scendere sotto l’1’07” questo weekend, durante il secondo turno di qualifiche. In terza fila Charlie Kimball, alla sua migliore qualifica di sempre, ed il poleman 2012, Helio Castroneves.

La cronaca delle qualifiche. Il gruppo 1 pare subito molto più competitivo del secondo e in effetti Scott Dixon avanza alla Top Twelve stabilendo la migliore prestazione del weekend con 1.06.7750, meglio di oltre 3” del precedente record della pista stabilito da Wil Power durante le qualifiche dello scorso anno.

Insieme al neozelandese avanzano Ryan Hunter-Reay, Takuma Sato, Sebastian Saavedra, Charlie Kimball e AJ Allmendinger, che con 1.07.1881 taglia fuori Simon Pagenaud per soli 5 centesimi. Fuori anche Alex Tagliani, Dario Franchitti, Tony Kanaan, Graham Rahal e Sebastian Bourdais, insieme ad Ana Beatriz, confermata nei giorni scorsi sino alla 500 Miglia di Indianapolis in seno al team di Dale Coyne.

Nel gruppo 2 ancora una volta in evidenza Tristan Vautier, che segna il miglior tempo con 1.07.1201. Insieme al francese avanzano Justin Wilson, Will Power, Helio Castroneves, James Jakes e Marco Andretti, in una sessione rivelatasi effettivamente molto più lenta della precedente.

Prima degli esclusi Simona de Silvestro, che aveva segnato il miglior tempo durante le ultime libere del mattino, con 1.07.7291. Insieme alla pilotessa svizzera non accedono alla Top Twelve  EJ Viso, Oriol Servia, il vincitore di St.Pete James Hinchcliffe, Josef Newgarden, JR Hildebrand e Ed Carpenter.

Il secondo round vede uno Scott Dixon scatenato scendere ancora una volta sotto l’1’07” a precedere altri 3 piloti provenienti dal primo gruppo, Hunter-Reay, Kimball – per la prima volta in carriera tra i primi 6 – e Sato, cui si aggiungono le due Penske di punta di Will Power ed Helio Castroneves.

A Vautier, settimo per 2 soli decimi, pare non riuscire l’impresa di partecipare alla sua seconda Fast Six di fila, ma Sato viene a sorpresa escluso dai primi sei per avere bloccato Justin Wilson e così il francese più rimontare in macchina. Fuori dall’ultimo round oltre a Sato, che viene classificato 12mo, Marco Andretti, Justin Wilson, Sebastian Saavedra, AJ Allmendinger e James Jakes.

Domani la gara, il cui inizio è fissato alle 2.40 PM locali, si preannuncia ancora una volta emozionante, con le vetture motorizzate Chevy di Andretti e Penske in prima linea a tenere a bada la ritrovata competitività delle Honda soprattutto di quelle nelle mani di Scott Dixon e Tristan Vautier.

Piero Lonardo

La griglia di partenza ufficiale a seguire


Stop&Go Communcation

Il campione in carica dell’IndyCar Series, Ryan Hunter-Reay conquista la pole position al Barber Motorsports Park di Birmingham, Alabama con […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/04/hun.jpg IndyCar – Barber, Qualifiche: Pole ad Hunter-Reay. Sato penalizzato