E' tutto pronto per l'inizio del campionato IndyCar Series 2010 che prenderà il via ufficialmente il 14 Marzo sulle rinnovate strade si Sao Paulo, ma gli Open Test programmati al Barber Motorsports Park, Alabama, per domani e giovedì ci daranno modo di gustare un succulento antipasto dei piloti e delle vetture che animeranno la prossima stagione.

E' bene precisare che al momento in Alabama le condizioni meteo non sono delle migliori, addirittura nei giorni scorsi si è fatta viva la neve e team come il Panther Racing e la scuderia di Dale Coyne hanno preferito dirigersi verso una meta con condizioni assolutamente più miti come l'autodromo di Sebring, Florida. I test dunque sono a rischio rinvio in quanto le previsioni meteorologiche per i prossimi giorni non mostrano segnali di miglioramento.

Nella nottata la Indy Racing League ha rilasciato la entry-list ufficiale dove appaiono ben ventidue vetture iscritte, numero che va ben oltre ogni più rosea aspettativa, ma la doccia gelata arriva subito quando si nota che molti, forse troppi, piloti in lista hanno solamente un contratto per poche gare o non ancora al 100% sicuro, senza contare i TBA della terza vettura del KV e dell'unica Dallara iscritta dal Conquest Racing. Andiamo dunque ad analizzare la situazione team per team:

de Ferran Luczo Dragon Racing #2
Il brasiliano Raphael Matos è stato confermato poco dopo la chiusura della stagione 2009 dove si è classificato al tredicesimo posto. Risultato migliorabile soprattutto con l'ingresso di Gil De Ferran che porterà nuovi stimoli all'interno della scuderia di Jay Penske. Dave Hamilton potrebbe essere al via di qualche gara con una seconda vettura

Team Penske #3 #6 #12
Atmosfera tranquilla nel team di Roger Penske, team come sempre favorito per la cattura del titolo e della Indy500. Castroneves e Briscoe ora potranno contare sul supporto di Power per tutta la stagione, ma di certo l'australiano non si accontenterà del ruolo di gregario. Da notare il cambio di livrea che interesserà le tre vetture, che vestiranno una colorazione bianco/nera per via della sponsorizzazione della compagnia telefonica Verizon.

Target Chip Ganassi Racing #9 #10
Il team campione del 2009 ritorna con gli stessi piloti per la caccia al secondo titolo consecutivo. Dixon e Franchitti sono una coppia ormai collaudata e gli unici due che possono impensierire lo squadrone Penske. A quanto pare non ci sarà nessuna terza vettura per Graham Rahal

Newman/Haas/Lanigan Racing #06
A dir poco sconcertante la situazione della scuderia del compianto Paul Newman. Fino a pochi mesi fa si parlava di un 'mega-team' formato da Rahal, Lloyd e Mutoh, ed ora la situazione si è capovolta completamente con la sola presenza del pilota giapponese che grazie ai suoi sponsor si è potuto garantire la partecipazione al prossimo campionato. Rahal è alla disperata ricerca di un volante, Lloyd è stato scaricato dal suo sponsor e sembra non avere chance.

Andretti Autosport #7, #11, #26, #37
Anche il team di Michael Andretti ha accusato il colpo dovuto alla pesante recessione economica di questi ultimi tempi. Da quattro vetture full-time si è passati alla formula del tre-più-uno, con Danica Patrick, Tony Kanaan e Marco Andretti che svolgeranno l'intera stagione e Ryan Hunter-Reay che invece si dovrà accontentare di qualche gara.

KV Racing Technology #5, #8, #32
Il team di Kevin Kalkhoven e Jimmy Vasser è in gran forma, confermata la presenza dell'ex-F1 Takuma Sato che si potrà avvalere del supporto del veloce EJ Viso. James Rossiter andarà sicuramente ad occupare il terzo volante mentre il veterano Paul Tracy è atteso ad un programma part-time limitato a poche gare.

A.J. Foyt Enterprises #14
Il team del sempreverde A.J. Foyt dà piena fiducia al brasiliano Vitor Meira che non corre dal terribile incidente di Indianapolis. Larry Foyt è riuscito a tramutare la scuderia texana da semplice comparsa a team capace di buoni risultati ed il 2010 è l'anno buono per qualche exploit.

Dreyer & Reinbold Racing #22, #24
Quest'anno Robbie Buhl vuole fare sul serio e la chiamata alle armi di Justin Wilson e Mike Conway confermano questo desiderio di vittoria che nutre l'ex-pilota statunitense. La coppia inglese sulla carta è molto competitiva ed il team ha assicurato che quest'anno le vetture saranno tecnicamente di prim'ordine. Per Sao Paulo il team potrebbe schierare Ana Beatriz, beniamina di casa e vincitrice di due gare nella Indy Lights.

FAZZT Race Team #77
Io lo faccio e io lo guido, è questo il 'live-motive' del team canadese FAZZT promosso da Alex Tagliani, formazione nata dalle ceneri del Roth Racing. L'ex pilota del team Forsythe in CART ha garantito che il team punterà subito al successo confidando nel materiale che Roth ha sviluppato in galleria del vento gli scorsi anni per quanto riguarda le gare su circuito ovale. Negli stradali Tagliani dovrà metterci del suo ed il talento non manca di certo all'italo-canadese. Per Indianapolis c'è la possibilità di affidare una seconda monoposto ad un giovane canadese, si vocifera di Andrew Ranger e di Kevin Lacroix.

HVM Racing #78
Molte nubi si sono addensate sul team diretto da Keith Wiggin, ex Pacific F1 nel biennio '94-'95. Robert Doornbos era stato confermato già lo scorso anno ma ad oggi non si hanno notizie del pilota olandese, che sicuramente si trova a corto di budget. Il #78 con cui il team ha iscritto la monoposto fa presagire l'ingresso di Simona De Silvestro che ha Sebring ha proprio svolto un test con questo numero, legato alla sponsorizzazione del videogioco 'Stargate'. Recentemente la italo svizzera ha ricevuto l'OK della IRL per svolgere un test su ovale che le spalancherà la porta per il debutto in IndyCar.

Sarah Fisher Racing #66, #67
La scuderia di Sarah Fisher sarà presente al circuito di Barber solamente con una vettura in cui si alterneranno la stessa Fisher e Jay Howard, seconda guida del team di Indianapolis. Anche quest'anno la Fisher, cosi come Howard, affronterà un programma ridotto.

Panther Racing #4

Il team fondato da John Barnes è solo l'ombra dello squadrone pluri-vincitore del titolo IRL con Sam Hornish Jr. Dan Wheldon ha più volte chiarito che la sua posizione all'interno della squadra è a rischio per via della mancanza di risultati e se in questa stagione non si vedranno miglioramenti l'inglese cercherà sicuramente un altra sistemazione più accomodante. Nel fine settimana il team svolgerà un test a Sebring.

Dale Coyne Racing #18, #19
La cenerentola del campionato è ancora alla ricerca dei due nomi che dovranno comporre il team per questa annata. Coyne vuole mettere le mani su Rahal e sembra disposto a tutto pur di assicurarsi i servizi della stella americana. JR Hildebrand, Jonathan Summerton e Mario Moraes sono gli altri nomi che Coyne sta prendendo in considerazione. Milka Duno proverà a Sebring nel week-end.

Conquest Racing #34
Il team fondato da Eric Bachelart sembrava sull'orlo della chiusura ed invece ha assicurato la sua presenza con una vettura full-time ed un altra per alcune gare selezionate. Mario Romancini è dato dalla stampa brasiliana come favorito al posto di titolare e sembrano essere ridotte al lumicino le chance di Tomas Scheckter. Jaime Camara è indicato come probabile innesto part-time.

Roberto Del Papa


Stop&Go Communcation

E' tutto pronto per l'inizio del campionato IndyCar Series 2010 che prenderà il via ufficialmente il 14 Marzo sulle rinnovate […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/barber1.jpg IndyCar – Barber Open Test – Anteprima: Tutti pronti per il via del campionato, ma quanti dubbi…