Dopo appena quarantotto ore dallo sventolio della bandiera a scacchi sul traguardo del circuito di Sao Paulo, Terry Angstadt, direttore commerciale della IRL, è tornato a parlare del possibile debutto della serie americana in Cina, potenza emergente del settore automobilistico.

La defunta Champ Car ha provato più volte a spingersi nell'estremo oriente senza successo, ed i ripetuti fallimenti della ex-serie rivale stanno facendo riflettere gli alti vertici della IRL che hanno già avuto tre incontri con figure di spicco del governo cinese.

Non siamo ancora sul punto di poter ufficializzare niente” ha detto Angstadt ai microfoni della Associated Press. “E' un lungo processo di negoziati che prenderà del tempo, due anni, forse tre.”

Se tutto andrà come pianificato, lo sbarco della IRL in territorio cinese avverrà in un maestoso circuito ovale capace di contenere ben 400mila spettatori che molto probabilmente sarà costruito in una importante città costiera.


Stop&Go Communcation

Dopo appena quarantotto ore dallo sventolio della bandiera a scacchi sul traguardo del circuito di Sao Paulo, Terry Angstadt, direttore […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/irlchina.jpg IndyCar – Angstadt cauto sullo sbarco della IRL in Cina: “Non prima del 2012”