Oriol Servia sarà ancora una volta della partita alla prossima Indy 500. Il 41enne pilota catalano, protagonista della sostituzione all’ultimo momento dell’infortunato Will Power a St.Petersburg, sarà al via della sua nona 500 miglia sulla terza entry dello Schmidt Peterson Motorsports.

Per Servia, che ha disputato le ultime due edizioni con il Rahal Letterman Lanigan il numero 77 per la DW12-Honda gestita insieme al Marotti, con l’obiettivo di migliorare il quarto posto finale del 2012.

Anche Sebastian Saavedra tornerà per il “greatest spectacle in racing”. Il 25enne colombiano (nella foto) si avvarrà ancora una volta del patrocinio di Gary Peterson per partecipare alla prossima Indy 500; questa volta però, a differenza delle ultime apparizioni nella serie, si tratterà di una entry iscritta direttamente dal team AFS.

La DW12-Chevy utilizzata da Saavedra, alla settima apparizione sull’ovale più famoso del pianeta, è stata aggiornata dall’officina del team Ganassi.

Stefan Wilson dovrebbe infine accasarsi presso il team KVSH al fianco di Sebastien Bourdais e Matthew Brabham. La collaborazione con il fratello minore dello sfortunato Justin dovrebbe essere annunciata ufficialmente dalla squadra di Jimmy Vasser nella giornata di martedì.

A questo punto le entry confermate per l’edizione del centenario della Indy 500 salgono a 34. Rimangono però ancora due punti interrogativi: il primo riguarda il rookie of the year 2015, Gabby Chaves. Il campione Indy Lights 2014, dopo aver perso il treno del BHA in favore di Alexander Rossi, potrebbe rientrare con un’operazione che vedrebbe finalmente in azione il Michael Shank Racing.

Non si tratterà però della DW12 acquistata originariamente dal team dell’Ohio, mai schierata in gara e ceduta un paio di anni fa al Sam Schmidt Peterson Motorsports, bensì proprio del telaio di proprietà della squadra di Bryan Herta, che dovrebbe ospitare il 18mo motore Honda. Maggiori informazioni su questo programma, sempre che si riesca effettivamente a concretizzare, nei prossimi giorni.

Nessuna novità infine sul Grace Autosport. Del programma tutto al femminile annunciato da Beth Paretta alla vigilia dell’ultima 500 miglia per Katharine Legge, al momento si conosce solo che non sarà associato al KVSH che, come riportato poco sopra, dovrebbe chiudere con Stefan Wilson.

Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

Stefan Wilson quasi conferma per KVSH. Si cercano opzioni per Chaves e la Legge

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2016/04/Saavedra.jpg IndyCar – Anche Servia e Saavedra alla prossima Indy 500