Alla fine Conor Daly ce l’ha fatta a trovare un sedile per la 102ma Indy 500. Per il 26enne figlio d’arte si è mobilitata nientemeno che la U.S. Air Force, che sponsorizzerà la terza DW12-Honda del Dale Coyne Racing insieme a Sebastien Bourdais e Pietro Fittipaldi.

La gestione in pista sarà possibile grazie anche al Thom Burns Racing, che negli ultimi anni ha appoggiato diverse entry. A cominciare dal 1987, Burns ha assistito piloti del calibro di Buddy Lazier, Scott Sharp e Jeff Andretti, oltre al coinvolgimento nel PacWest Racing nella CART anni ‘90 insieme a Bruce McCaw.

Daly, alla sua quinta Indy 500, è reduce dalla seconda stagione completa nell’IndyCar Series. Nelle 27 gare fin qui disputate ha ottenuto quale miglior piazzamento un secondo podio in gara-1 a Detroit nel 2016 proprio con il team di Plainfield.

Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

Alla fine Conor Daly ce l’ha fatta a trovare un sedile per la 102ma Indy 500. Per il 26enne figlio […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2018/03/ThomBurns-1024x768.jpg IndyCar – Anche Conor Daly a Indy grazie all’USAF