Il due volte campione del mondo di Formula 1 Fernando Alonso ha compiuto oggi come da copione un test a porte chiuse al Barber Park su di una DW12-Honda in configurazione stradale. Questa la dichiarazione ufficiale diffusa dall’Andretti Autosport al termine del test.

Domanda: Dimmi qualcosa della tua esperienza odierna – mi pare che hai avuto modo di provare in varie condizioni: bagnato, un po’ meno bagnato e asciutto, giusto ?

Alonso: “Sì, è stata una giornata bella e divertente. Adoro provare nuove macchine e testare la IndyCar su un circuito stradale è qualcosa di speciale. Sono stato abbastanza fortunato da testare in condizioni di bagnato, intermedie e di asciutto, così da avere una buona impressione generale su ogni tipo di pista. Il meteo è stato buono con noi oggi – giusto un po’ di vento nel pomeriggio ma nel complesso è stata una giornata positiva.”

Domanda: Tu adesso hai guidato sia su un superspeedway che su di un circuito stradale – quale preferisci ?

Alonso: “Probabilmente il mio istinto mi suggerisce lo stradale, perchè è ciò che ho fatto per tutta la vita, ma la Indy 500 è stata un’esperienza incredibile, così dico 50/50. Amo come si percepice la vettura su di un circuito stradale, ma amo anche il modo che avete di gareggiare sugli ovali, sfruttare a tempo le scie, il traffico e le manovre di sorpasso che mi sembrano più semplici sugli ovali (va detto però che Alonso aveva però corso con la vecchia versione Honda dell’aerokit – ndr), così in termini di azione in pista ho apprezzato anche la Indy 500.”

Domanda: Per te questo test è stato un altro della serie, giusto per guidare mezzi diversi e fare nuove esperienze?

Alonso: “Sì, assolutamente. Era qualcosa cui ambivo già dallo scorso anno. Avevo alcune opzioni per testare la macchina in circuito dopo la Indy 500, ma non siamo riusciti a trovare il tempo. Quest’anno è successo e ne sono felice. Adoro stare dietro un volante e in una nuova macchina, una nuova esperienza, imparare tante cose dal team, dagli ingegneri, da tutti, una giornata felice insomma.”

L’asturiano quindi – almeno per quanto diffuso dall’Andretti Autosport – sminuirebbe lo scopo del test, per quanto positivo, pur lodando la categoria e la vettura. Dobbiamo quindi ancora attendere per vedere se – e soprattutto come – si concretizzerà il suo impegno nella serie, così come quello di McLaren.

Ufficiosamente Alonso, ancora una volta gran politico, si è dato tempo entro settembre per decidere il da farsi, e abbiamo visto che fin qui è stato di parola. Questa data però potrebbe anche essere funzionale, perchè c’è un campionato fra i più avvincenti di sempre da terminare, che Scott Dixon ed Alexander Rossi decideranno fra meno di due settimane a Sonoma.

Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

L’asturiano smorza però gli animi sullo scopo del test

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2018/09/09-05-Alonso-In-Car-Paddock-BarberTest.jpg IndyCar – Alonso, dichiarazione d’amore alla serie