Robert Wickens disputerà la prossima stagione dell’IndyCar Series nei ranghi dello Schmidt Peterson Motorsports.
Il 28enne ex-titolare Mercedes del DTM a partire dal 2012, affiancherà James Hinchcliffe per costituire un’accoppiata tutta canadese.

Wickens ritorna alle competizioni in pianta stabile sul continente americano dopo il 2007, allorquando conquistò il terzo posto nella serie cadetta delle massime monoposto a stelle e strisce, la allora ChampCar Atlantic, terminando in classifica generale proprio davanti a Hinchcliffe.

Da allora, prima di approdare nel Deutsche Tourenwagen Masters, la carriera del nativo di Toronto è proseguita con successo prima nella defunta FIA Formula 2, dove conquistò il secondo posto nel 2009, piazzamento ribadito l’anno successivo in GP3, laureandosi infine campione della Formula Renault 3.5 nel 2011, anno in cui ha svolto anche li ruolo di tester per la Marussia Virgin in F1.

I destini incrociati tra i due connazionali si sono perfezionati durante la stagione appena conclusa, prima con un’attività promozionale che ha visto i due scambiarsi le rispettive vetture la scorsa primavera a Sebring e Vallelunga, e poi nella prima sessione di prove libere a Road America, con il titolare della DW12-Honda #7, Mikhail Aleshin, impossibilitato a raggiungere per tempo gli States lo scorso giugno per problemi di visto.

L’annuncio di Wickens arriva al termine della sua sesta stagione il DTM dal debutto nella squadra di Stoccarda attraverso il programma Junior Team. Affidato a Mücke Motorsport nel 2011, Wickens è poi passato alla scuderia HWA. Durante l’ultima stagione, in cui HWA era unico partner di Mercedes in DTM, il canadese era parte del team Mercedes.me con Gary Paffett.

I migliori risultati nella categoria sono arrivati lo scorso anno: Wickens ha collezionato due vittorie, per poi finire quarto in classifica piloti. Nella stagione appena conclusa, l’alfiere Mercedes è arrivato in ottava piazza, salendo sul gradino più alto del podio in gara 2 al Nurburgring.

“Prima di questa stagione, non avevo mai pensato di lasciare il DTM”, ha commentato Wickens. “Non posso ringraziare abbastanza Mercedes per gli ultimi sei anni, ed auguro loro il meglio per il futuro. È stato un onore per me rappresentare il marchio – e forse non sarà l’ultima volta.”

Il già citato Paffett, dal canto suo, non esclude una permanenza in DTM dopo il ritiro di Mercedes al termine del 2018. “Se non dovessi avere possibilità di rimanere con Mercedes e potessi rimanere in DTM con un atro costruttore, valuterei l’opzione” , ha spiegato il veterano britannico.

Piero Lonardo – Giuseppe Poliseno


Stop&Go Communcation

Timing perfetto dopo l’abbandono del DTM da parte di Mercedes

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2017/10/02-24-Robert-Wickens-At-SPM-Shop.jpg IndyCar – Accoppiata canadese per SPM con Robert Wickens