Il finale della MoveThatBlock.com Indy 225 di domenica fa ancora discutere a causa del reclamo intentato dai team Newman/Haas e Ganassi sull’ordine di arrivo finale della gara, riportato come noto alla situazione ante restart dai commissari dopo aver esposto bandiera rossa a seguito dell’incidente che ha tolto dalla gara Will Power, Takuma Sato, Danica Patrick e Ed Carpenter.

Durante quei pochi metri Oriol Servia aveva passato la vettura di Ryan Hunter-Reay, a cui poi è stata assegnata la vittoria finale, come anche Scott Dixon, classificato terzo. Il reclamo, che è stato giudicato discutibile dai vertici dell’IndyCar, verte a stravolgere nuovamente la classifica, ripristinando il risultato definito dal campo di gara, assegnando quindi la vittoria allo spagnolo (nella foto, incredulo sul podio vicino ad Hunter-Reay) davanti a Scott Dixon e, appunto, a Ryan Hunter-Reay. Per lo spagnolo, attualmente quarto in classifica generale, si tratterebbe della tanto sosiprata prima vittoria in IndyCar dopo una lunga sequenza di piazzamenti.

Il reclamo verrà discusso nella giornata odierna (quindi stasera seguendo il fuso degli States) insieme alle decisioni sul comportamento di Will Power, definito a posteriori dal direttore di gara Brian Barnhart “piuttosto plateale e fuori controllo”. Pioverà sicuramente una penalità sul capo del sanguigno australiano, ma l’impressione è che si debba agire di compensazione per il dubbio contatto di Toronto con Dario Franchitti. Attendiamo comunque a stretto giro gli aggiornamenti del caso.

UPDATE: La IndyCar ha reso noto che il reclamo sporto dai team Newman/Haas e Ganassi Racing verrà discusso il 22 agosto ad Indianapolis. Sarà Brian Barnhart ad eleggere il collegio giudicante. Invitato anche il Team Andretti quale uditore. Tutto rimandato quindi alla settimana prossima.

Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

Il finale della MoveThatBlock.com Indy 225 di domenica fa ancora discutere a causa del reclamo intentato dai team Newman/Haas e […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/NH_podio.jpg IndyCar – Polemiche no stop sul finale di Loudon…