Colton Herta stravince il secondo round dell’Indy Lights Series a St.Petersburg. il giovanissimo figlio d’arte, non ancora 17enne, ha dominato senza alcun problema i 45 di gara, regalando la prima vittoria alla joint venture Andretti /Steinbrenner Racing.

Al via scattano bene dalla prima fila Herta e Santiago Urrutia, mentre Kyle Kaiser guadagna due posizioni su Dalton Kellett e Pato O’Ward, ma è subito yellow, con Nico Jamin, arrembante già alla prima curva, che si tocca duro con il terzo classificato di ieri, Neil Alberico, all’entrata della difficile curva 3, autoeliminandosi entrambi.

Al restart, 4 giri dopo, nuovo show di Piedrahita, che si gira da solo dalla P6 e deve riprendere dal fondo del lotto. Poco dopo O’Ward in due mosse consecutive, si riappropria in un primo momento della quarta piazza che vantava allo start, poi poco dopo si libera anche di Kaiser, lanciandosi all’inseguimento del duo di testa.

Dal centro dello schieramento è rinvenuto frattanto il vincitore di gara 1, Aaron Telitz il quale, decimo allo start, in un doppio sorpasso ha la meglio su Shelby Blackstock e Matheus Leist, guadagnano la sesta posizione.

Una nuova al lap 23, allorquando Dalton Kellett si gira alla curva 9, costringendo il box Andretti alla sostituzione di muso e gomme; all’immediato restart O’Ward si getta a capifitto su Urrutia col risultato di lasciare nuovamente la terza piazza a Kaiser in uscita di curva 3. Il periodo di corsa libera dura però solo 3 giri a causa del rookie Garth Rickards, che vola sul cordolo a poetezione della solita curva 3 e finisce a muro.

Questa volta occorrono cinque giri per rimuovere i detriti della Dallara del Team Carlin e altri due ne servono ad O’Ward per riprendersi il gradino basso del podio. Ancora una volta sfortuna nelle fasi finali per Leist, che perde terreno fino a scivolare fuori dalla top ten, ma la festa è tutta per Colton Herta, che conquista la sua prima vittoria in Indy Lights dopo il secondo posto di ieri.

Con questo risultato Herta si porta agilmente al comando della classifica generale, seguito da Telitz, P5 al traguardo ed O’Ward. L’impressione è che questo terzetto di rookie potrà dare molto fastidio nel prosieguo della serie ai più accreditati piloti del secondo anno quali Urrutia, favoritissimo della vigilia, Kaiser ed Alberico.

Ora una lunga pausa prima del prossimo appuntamento con la serie cadetta statunitense, in programma a Barber Park, Alabama, il 21-23 aprile.

Piero Lonardo

L’ordine di arrivo di Gara 2


Stop&Go Communcation

Un trio di rookie terribili al comando della serie dopo le prime due gare

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2017/03/Hertarace.jpg Indy Lights – St.Petersburg, Gara 2: Herta, è nato un campione ?