Decisione a sorpresa nell’Indy Lights Series. Lo Schmidt Peterson Motorsports non sarà al via della prossima stagione della serie propedeutica, il gradino finale della Mazda Road To Indy.

La squadra di Sam Schmidt (nella foto con James Hinchcliffe) è stata l’unica ad essere presente sin dall’allora Infiniti Pro Series, nel 2002, e in 15 anni ha sfornato ben 7 campioni: Thiago Medeiros (2004), Jay Howard (2006), Alex Lloyd (2007), J.K. Vernay (2010), Josef Newgarden (2011), Tristan Vautier (2011) e Sage Karam (2013).

La ragione di questo quantomai inaspettato ritiro, la mancanza da parte del vulcanico team owner di trovare piloti con i mezzi finanziari necessari, parliamo di circa un milione di dollari per una stagione completa; questo nonostante la scorsa stagione, la seconda con le Dallara IL15-AER, decisa all’ultima gara, sia stata fra le più appassionanti di sempre.

Schmidt spera che questo stop anticipato al programma possa dare l’opportunità alla propria crew di trovare altre sistemazioni, e in tal senso si dovrebbero registrare espansioni in altre squadre, particolarmente Belardi, Andretti e Carlin, dopo gli ottimi risultati del 2016, a colmare il gap

L’Indy Lights riposerà sino al 27 febbraio fino ai primi test ufficiali sull’ovale di Homestead, che proseguiranno il 2 marzo sul circuito permanente, prima del season opener di St.Petersburg del 10-12 marzo 2017.

Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

Decisione a sorpresa per il team più vincente dell’Indy Lights

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2016/11/Schmidt_Hinch.jpg Indy Lights – Sam Schmidt chiude con la serie