Ai nastri di partenza questo weekend anche l’Indy Lights 2014. Abbiamo avuto la possibilità di scambiare Quattro chiacchiere con uno dei sicuri protagonisti del campionato, Matthew Brabham, 20 anni appena compiuti, che correrà tra le fila del team Andretti Autosport.

Hai stravinto il campionato USF2000/Pro Mazda e sei dato per favoritissimo: che sensazione è avere tutta questa pressione addosso? “Sicuramente tante persone si aspettano molto da me, ma anche avere l’opportunità di correre in Indy Lights è enorme e quindi sta bene correre con questo peso sulle spalle (sorride), ci sono comunque abituato e farò del mio meglio”.

Ti sarebbe piaciuto correre con la monoposto nuova il prossimo anno o pensi sia più facile adattarsi a questa? “La nuova monoposto è bellissima e ha tante innovazioni tecnologiche, compreso il push-to-pass come in IndyCar. Avrei preferito correre senza dubbio con la nuova, ma la mia occasione è adesso, quindi va bene così.”

Per terminare un’altra domanda che ti faranno tutti; com’è portare un simile cognome ? (Matthew è figlio di Geoff Brabham, fratello di David Brabham, e quindi nipote di Sir Jack Brabham) “Guarda, non ci crederai ma per me è solo la mia famiglia. Certamente quando mio nonno, mio padre o mio zio ti danno un consiglio, conviene ascoltarli, perchè hanno una certa esperienza in materia di corse…”

Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

Il campione in carica USF2000/Pro Mazda pronto per l’esordio a St.Pete

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/03/Brabham.jpg Indy Lights – Parla Matthew Brabham