Santiago Urrutia concede il bis in Gara 2 dell’Indy Lights Series a Mid-Ohio. L’uruguiano ha condotto la corsa flag-to-flag senza essere mai impensierito dagli avversari.

Allo start, dietro la prima fila composta ancora una volta da Urrutia e Felix Serralles, emergeva Dean Stoneman che vinceva il duello con Andrè Negrao, mentre Zach Veach, ancora una volta partito a fionda dalla settima piazzola, fulminava Ed Jones per la quinta posizione. Nelle retrovie, Zachary Claman de Melo si girava, toccato dalla terza macchina del Team Carlin di Neal Alberico, e Garett Grist approfittava della situazione per passare P7.

L’enfant du pays Veach tentava subito il sorpasso per la quarta piazza su Negrao, senza però riuscirci, mentre Grist perdeva presto terreno in favore della concorrenza, scivolando in decima posizione.

Ma chi forzava realmente era Serralles che al giro 12, nel tentativo di non perdere troppo terreno sul leader, si girava in curva 6, scivolando in fondo al gruppo; quasi contemporaneamente Grist finiva nella sabbia in curva 4 per una foratura, e provocava la prima caution della giornata.

Al restart, Veach, Jones e Blackstock innescano una splendida lotta, ma pochi giri più tardi è ancora Serralles, nel frattempo risalito in classifica in P6, a combinarne un’altra, toccando il compagno di squadra Jones, leader della serie, danneggiando l’ala anteriore. Pochi istanti dopo Jones terminava rovinosamente la propria corsa nella barriere del Keyhole, provocando la seconda interruzione, con il portoricano che ne approfittava per fermarsi ai box e sostituire l’ala.

Ma le disavventure odierne del team Carlin e di Serralles non erano ancora terminate, perché al giro 33, ancora una volta nel tentativo di risalire posizioni, veniva fatto fuori dal Dalton Kellett, che aveva appena superato per la settima piazza. I due si giravano e per il portoricano questa volta era ritiro definitivo.

Urrutia conquistava così quindi la quarta vittoria della serie con 1”5 di vantaggio su Stoneman e 1”8 sul compagno di squadra Negrao, a podio per la terza volta consecutiva. A seguire, tra i piloti classificati, Veach, Blackstock, Kaiser, Claman del Melo, Alberico e Kellett.

Con questo risultato Urrutia passa al comando della classifica generale con 309 punti, 16 in più di Jones e 25 su Stoneman. Il prossimo appuntamento con l’Indy Lights, il terz’ultimo del 2016, il 3 settembre a Watkins Glen, prima del gran finale di Laguna Seca. Dovrebbe tornare ad essere della partita anche Felix Rosenqvist, reduce dal secondo posto assoluto alla 24 Ore di Spa con la Mercedes dell’AKKA ASP ottenuto insieme ad un altro ex-protagonista dell’Indy Lights, Tristan Vautier, e a Renger van der Zande.

Piero Lonardo

L’ordine di arrivo di Gara 2


Stop&Go Communcation

Jones e Serralles si autoeliminano

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2016/07/LightsStart1.jpg Indy Lights – Mid-Ohio, Gara 2: Urrutia concede il bis e balza in vetta alla serie