Dean Stoneman diventa il sesto vincitore su sette gare dell’Indy Lights Series 2016 aggiudicandosi gara 2 sull’infield di Indianapolis.

L’inglese ha saputo approfittare al meglio delle varie battaglie che hanno infiammato anche la gara odierna della serie cadetta a stelle e strisce, rintuzzando tutti gli attacchi per portare a casa la prima sospirata W.

Un clima inconsueto per metà maggio, 9 gradi la temperatura dell’aria, ha sicuramente favorito gli errori dei giovani leoni della Mazda Road to Indy, a cominciare da André Negrao, finito incredibilmente sul muretto del rettilineo ancora prima dello start. Nonostante ciò, nessuna interruzione nei 35 giri di gara.

Stoneman, partito dalla quinta piazzola, dal canto suo ha preso il comando nel corso del secondo giro grazie ad un errore del vincitore di ieri, Ed Jones, precipitato in settima posizione dopo aver resistito allo start all’arrembaggio di Felix Rosenqvist e del compagno di squadra Felix Serralles, che arrivava lunghissimo alla prima curva tagliando nell’erba.

Lo svedese veniva poco dopo tamponato dal teammate Zack Veach, costringendolo ad una furiosa rimonta. La giovane promessa dell’Ohio invece rimediava il progressivo cedimento dell’ala anteriore, che alla lunga lo porterà fuori dalla top ten. Subito out anche RC Enerson, anche Scott Anderson cedeva presto posizioni, scivolando nelle retrovie.

Davanti l’inglese di Croydon macinava vantaggio, ma al giro 10 doveva fronteggiare Santiago Urrutia ed il rinvenuto Serralles in un meraviglioso threewide. Stoneman, con ancora nella testa il contatto della gara precedente, resisteva. Ancora pochi giri ed era il portoricano a raccogliere il testimone, mentre il compagno di squadra al team Carlin avanzava fino alla quinta piazza.

Nelle retrovie, contatto multiplo alla curva 5 fra Zachary Claman de Melo, Scott Hargrove e Scott Anderson, a causa di un lungo del californiano, che poco dopo era costretto al ritiro forzato.

Il forcing di Serralles portava ad un nuovo errore a 6 giri dalla fine, ancora una volta a vantaggio di Urrutia, che però non riusciva a colmare il breve distacco dal portacolori del Team Andretti, che torna così alla vittoria che mancava dal 2014.

A podio Urrutia e Kaiser, mentre Serralles nel finale riesce ad avere la meglio sul compagno di squadra Ed Jones, fino a quel momento risalito sino alla quarta piazza, poi ancora Rosenqvist, P6.

Il risultato odierno permette ad Urrutia di affiancare Kaiser quale inseguitore di Jones, che vanta ora 21 punti di vantaggio (160 contro 139) su questa accoppiata. Serralles e Stoneman sono più staccati a 125.

Prossimo appuntamento con l’Indy Lights la Freedom 100 sull’ovale più famoso del pianeta, in programma venerdì 27 maggio, nell’ambito del Carburation Day della Indy 500.

Piero Lonardo

L’ordine di arrivo di Gara 2


Stop&Go Communcation

L’inglese sesto vincitore in sette gare

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2016/05/Stoneman_gara2.jpg Indy Lights – Indy GP, Gara 2: Stoneman, riscossa di cattiveria