Con sole quattordici presenze ai recenti Open Test organizzati al Barber Motorsports Park, era risultata palese una diffusa difficoltà da parte dei team nel prendere accordi con quei piloti rimasti ancora senza sedile per via della critica situazione economica che ha influito negativamente sempre più sulle sponsorizzazioni ormai ridotte ai minimi termini.

Stamattina sulle pagine del 'Gulf Daily News' è apparsa la notizia riguardante il possibile debutto negli USA di Hamad Al Fardan, pilota del piccolo regno del Bahrain, che ha preso parte alla nota GP2 Asia nel biennio 2008-2009. Il debutto di Al Fardan nella Indy Lights sarebbe strettamente legato alle possibilità economiche del pilota arabo, che attualmente è alla ricerca del budget necessario per affrontare l'intera stagione che prenderà il via nelle strade di St.Petersburg il 28 Marzo. I primi contatti riguarderebbero il Brian Stewart Racing, assente ai test collettivi proprio per la mancanza di un pilota.

Il campionato Indy Lights è molto competitivo e sarà sicuramente una grande esperienza mentre continuo la mia ricerca per un posto in Formula 1” ha detto Al Fardan. “Non è ai livelli della GP2 ma è comunque un passo importante della mia carriera, in quanto da li molti piloti hanno trovato la via per l'ingresso nella IndyCar. All'inizio mi avevano chiesto una certa quota in sponsorizzazioni, ma essendo queste ultime difficili da trovare e vista la loro voglia di avermi nel team, hanno ridotto l'ammontare che ora è nettamente più abbordabile” ha concluso il pilota mediorientale.

Roberto Del Papa


Stop&Go Communcation

Con sole quattordici presenze ai recenti Open Test organizzati al Barber Motorsports Park, era risultata palese una diffusa difficoltà da […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/alfardan.jpg Indy Lights – Hamad Al Fardan pronto al debutto negli States, unico dilemma il budget