Sebastian Saavedra si aggiudica il secondo appuntamento stagionale dell’Indy Light Series sul circuito permanente del Barber Motorsport Park conducendo di forza from flag to flag. Il giovane alfiere del Team AFS/Andretti, ritornato quest’anno dalla serie maggiore, ha avuto la meglio sul duo di Sam Schmidt formato dal vincitore di St.Pete, Tristan Vautier ed Esteban Guerrieri.

La cronaca. Al via parte bene Vautier che per un attimo riesce a mettere il muso della propria Dallara  davanti a quella di Saavedra, ma alla fine è il colombiano a spuntarla alla prima curva. Dietro, Alon Day passa Oliver Webb per la quinta piazza ma lo spettacolo è offerto soprattutto da Victor Carbone, che dal fondo dello schieramento si ritrova presto nono. Al primo giro la top ten è la seguente: Saavedra, Vautier, Munoz, Guerrieri, Day, Webb, Yacaman, Horto, Carbone e Goncalvez.

Ad un quarto dei 40 giri di gara i primi due hanno già preso il largo, lasciando Munoz a quasi 5” e Guerrieri a circa 8”. La corsa procede senza particolari scossoni, a parte Carbone, che produce la propria rimonta fino alla settima piazza, dopo che poco avanti Yacaman ha già avuto la meglio su di un Oliver Webb non particolarmente a proprio agio su questo tracciato, così come il rookie Darryl Wills, che chiude lo schieramento ed effettua anche un testacoda senza particolari conseguenze.

A metà gara, Guerrieri corona la propria rimonta su Munoz e lo passa per la terza posizione. Poco dopo,  contatto tra Castaneda e Webb, che ha la peggio con l’ala anteriore danneggiata e una gomma bucata. Sosta ai box obbligatoria e due giri persi. Dal contatto ha la meglio Juan Pablo Garcia, che riesce ad affacciarsi alla top ten.

Anche l’indiano Ebrahim è costretto ad una sosta ai box, mentre davanti Guerrieri cerca di ridurre il gap dai primi due segnando giri record, così come Vautier che si fa sotto a Saavedra, in apparente crisi di gomme.

A 7 giri dalla fine l’occasione per i due inseguitori per riprendere il colombiano. Castaneda esce rovinosamente alla curva 6: pilota illeso ma inevitabile la prima caution della giornata.

3 giri dopo il restart, ma Saavedra riesce a mantenere facilmente la leadership su Vautier che se la deve vedere a sua volta con Guerrieri. Dietro uno scatenato Gustavo Yacaman riesce a passare Alon Day per la quinta piazza.

A due giri dalla fine termina il sogno di Munoz, che si gira e perde una meritatissima quarta posizione, causando la seconda e definitiva caution che porta i piloti sotto la bandiera a scacchi. Vautier con il secondo posto odierno mantiene la testa del campionato davanti a Saavedra e Guerrieri.

Prossimo appuntamento fra due settimane a Long Beach.

L’ordine di arrivo ufficiale

Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

Sebastian Saavedra si aggiudica il secondo appuntamento stagionale dell’Indy Light Series sul circuito permanente del Barber Motorsport Park conducendo di […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/04/4-01-Barber-FIL-Podium-Std.jpg Indy Lights – Barber, Gara: Saavedra flag to flag