Sebastien Bourdais (#1 McDonald's Cosworth/DP01/Bridgestone) ha legittimato, come se ce ne fosse bisogno, il quarto titolo consecutivo della Champ Car World Series dominando anche l’ultima gara della stagione 2007.

Gli avversari, Will Power (#5 Aussie Vineyards Cosworth/DP01/Bridgestone) in testa, nulla hanno potuto per arginare lo strapotere dimostrato dall’occhialuto francese, pronto a raccogliere nel corso della prossima stagione di Formula 1 quei risultati che il team Toro Rosso F1 ha finalmente balenato di poter raggiungere nel corso degli ultimi Gran Premi.

 

La cronaca – Sia Bourdais che Graham Rahal (#2 MEDIZONE Cosworth/DP01/Bridgestone) partono penalizzati di 22 secondi di Power To Pass sui previsti 75 per aver lasciato gomma sulle loro postazioni in griglia durante il warm-up.

Dalla pole scatta bene Power seguito, come in griglia, da Bourdais, Doornbos e Wilson, ma l’attenzione è catturata dalle ben 3 macchine rimaste piantate in griglia (peraltro senza che i piloti segnalassero alcunchè) appartenenti ad Oriol Servia (#22 Pay By Touch Cosworth/DP01/Bridgestone), Nelson Philippe (#34 Juniper Soul Cosworth/DP01/Bridgestone) ed Alex Tagliani (#8 PBS Equities Cosworth/DP01/Bridgestone).

Quindi immediata caution per fare ripartire con i carri attrezzi i tre piloti, caution durante la quale si ferma definitivamente invece la vettura di Dan Clarke (#4 Minardi Team USA Cosworth/DP01/Bridgestone) con insormontabili problemi di frizione.

 

Prima del restart tutti e tre i piloti penalizzati allo start entrano ai box per cambiare strategia, seguiti però al giro 3 anche dall’altra Minardi USA di Doornbos, anch’essa sofferente dello stesso problema del compagno di squadra. Dopo aver cambiato le gomme, il team prova a rimandare fuori l’olandese ma Doornbos non riesce a fare marciare a dovere la sua Panoz, per cui il pilota viene nuovamente chiamato al box.

Qui comincia una di quelle meravigliose favole tipiche dell’automobilismo americano, in cui i meccanici lavorano per oltre un’ora per riparare la vettura solo per guadagnare quel giro più veloce che potrebbe significare il terzo posto in classifica finale per l’olandese.

 

Al restart quindi Power riesce a transitare sempre primo davanti a Bourdais, Wilson, Tracy, Pagenaud, Rahal, Martinez, Jani, Dominguez, Tagliani, Servia, Figge, Legge e Philippe.

 

E’ l’ultima gara di Justin Wilson per il team Rusport, che abbandonerà la serie nel 2008, e l’inglese al giro 15, a causa di un problema di pressione del carburante, inizia a perdere contatto con i primi e viene passato in poche curve da Tracy, Pagenaud, Rahal e Martinez; l’inglese fatica, ma con un passo ridotto riesce comunque a contenere l’emorragia fino al 7° posto.

 

Pochi giri dopo iniziano a rientrare anche gli altri concorrenti per le prime soste; quasi tutti optano per gomme dure e tanta benzina per un secondo stint più lungo.

Al giro 23 la svolta della gara. Bourdais passa Power come se fosse fermo, complici forse anche i dolori al polso dell’australiano, e si installa al comando. Il giro successivo entrambi entrano ai box e ne riescono nell’ordine ancora primo e secondo. Nel gioco dei pit si avvantaggia Rahal che si appropria della terza piazza ai danni di Tracy.

 

Dietro si scatena Pagenaud, che a suon di giri veloci al giro 31 passa uno dei due idoli locali, David Martinez, per il quinto posto. Entrambi si rifermano ai box al giro 46 ed il messicano soffrirà di problemi al cambio che gli faranno perdere l’occasione di ben figurare davanti al pubblico amico.

Al giro successivo si ferma ai box anche Paul Tracy, che però non riesce ad uscire davanti al francese, perdendo così la quarta posizione.

 

Al 50° giro, a poco più di 20 minuti dal termine della gara, la situazione è la seguente: Bourdais comanda con oltre 10” di vantaggio su Power, il quale ha oltre 5” di vantaggio su Rahal, poi Pagenaud, Tracy, Wilson, Servia, che è risalito in virtù della diversa tattica, Jani, Dominguez, e Junqueira, abbastanza in ombra questo weekend.

 

A soli 18 minuti dal termine, nuova bandiera gialla per rimuovere un pezzo di ala anteriore dalla curva 4 e tutto da rifare. Durante questa neutralizzazione di ritira per l’ultima volta quest’anno anche Katherine Legge (#11 Dale Coyne Racing Cosworth/DP01/Bridgestone) a causa di un imprecisato guasto meccanico.

 

Ultimo restart quindi con soli 7 minuti di gara rimasti e gran finale a colpi di Power-2-Pass, con un Servia scatenato che passa prima Pagenaud, che nel frattempo era scivolato di nuovo in quinta posizione, poi Tracy ed al giro successivo anche Rahal per installarsi al terzo posto dietro Bourdais e Power, il quale non può che accontentarsi di quella piazza d’onore che però non gli permette di agguantare il terzo posto in classifica finale, appannaggio di Robert Doornbos che è riuscito a rientrare in pista per quel tanto che basta ad ottenere il giro più veloce, grazie al miracolo operato dai meccanici di Paul Stoddart del Team Minardi USA.

 

Ottava vittoria stagionale per il francese, che abbandona la categoria con 31 successi e 28 pole position ottenuti nel corso di cinque stagioni.

 

Appuntamento per la prima gara della stagione 2008 a Long Beach il 20 aprile.

Piero Lonardo

FPSP#DriverTeamLCTimeMphkm/hLagStatus
121S. BourdaisNewman/ Haas/ Lanigan Racing641:45:02.885101.403163.192 Active
215W. PowerTeam Australia641:45:04.791101.372163.1431.905Active
3422O. ServiaPKV Racing641:45:06.249101.349163.1053.364Active
472G. RahalNewman/ Haas/ Lanigan Racing641:45:10.231101.285163.0027.345Active
583P. TracyForsythe Championship Racing641:45:11.478101.265162.9708.592Active
6615S. PagenaudTeam Australia641:45:12.523101.248162.9439.637Active
71219B. JunqueiraDale Coyne Racing641:45:18.708101.149162.78315.822Active
81528M. DominguezPacific Coast Motorsports641:45:18.962101.145162.77715.076Active
91121N. JaniPKV Racing641:45:19.084101.143162.77316.198Active
1059J. WilsonRSPORTS641:45:19.839101.131162.75416.953Active
11029A. FiggePacific Coast Motorsports631:45:22.20499.513160.1511 LapActive
121334N. PhilippeConquest Racing631:45:22.77199.504160.1371 LapActive
13148A. TaglianiRSPORTS621:45:21.30397.948157.6312 LapsActive
14107D. MartinezForsythe Championship Racing581:45:48.99591.229146.8196 LapsActive
151611K. LeggeDale Coyne Racing561:34:39.85098.460158.4561 LapMechanical
16314R. DoornbosMinardi Team USA121:14:55.34826.65842.90235 LapsMechanical
1794D. ClarkeMinardi Team USA 2.639  2.639Mechanical

La classifica finale

 


Stop&Go Communcation

Sebastien Bourdais (#1 McDonald's Cosworth/DP01/Bridgestone) ha legittimato, come se ce ne fosse bisogno, il quarto titolo consecutivo della Champ Car […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/20071111P_0028.jpg Champ Car: Mexico City, l’ultima vittoria di Bourdais