Isaac Tutumlu e Archie Hamilton hanno vinto la seconda competizione disputata sul circuito di Spa-Francorchamps, teatro del terzultimo evento del campionato GT Open.

Il successo della coppia del Selleslagh Racing Team non è mai stato messo in discussione e ha iniettato una dose di fiducia nel personale della squadra belga, in seguito all’incidente avvenuto ieri all’Eau Rouge che ha coinvolto Isaac Tutumlu. Il podio è stato completato dagli equipaggi composti da Zampieri/Mavlanov e Montermini/Schirò, rispettivamente portacolori di SMP Racing-Russian Bears e Scuderia Villorba Corse. La categoria Super GT ha sùbito perso una delle maggiori protagoniste del campionato fin da prima dello svolgimento della partenza, ossia la Corvette #4 di V8 Racing affidata a Sijthoff/Soulet e fermata da un problema meccanico. Anche i vincitori della corsa del sabato, Nicky Pastorelli e Miguel Ramos, si sono dovuti ritirare per un principio d’incendio scaturito nella zona posteriore della propria Corvette #2.

Duncan Cameron e Matt Griffin hanno invece svettato nella divisione GTS per la gioia di AF Corse: il trionfo è stato agguantato dallo stesso conducente irlandese grazie a un portentoso sorpasso operato nei confronti di Viacheslav Maleev. Alle spalle della compagine italiana si sono inseriti Team Novadriver e Autorlando Sport, rispettivamente affidatisi a Campaniço/Patel e Beretta/Camathias. Risulta doveroso sottolineare il soddisfacente terzo posto raggiunto dalla squadra diretta da Orlando Redolfi, nonostante un testacoda eseguito da Matteo Beretta nel corso della tornata iniziale a causa di un altro concorrente. Stando a quanto avvenuto durante la gara, in seconda posizione sarebbero giunti Viacheslav Maleev e José Manuel Perez Aicart ma i commissari hanno concordato di addebitare loro una penalità di trenta secondi per non aver rispettato i limiti del circuito.

Un tentativo di sorpasso operato alla Bus Stop ha invece messo fuori gioco Giorgio Roda e Stefano Costantini, portacolori di AF Corse e Ombra Racing. Il giovane Roda, dal canto suo, ha danneggiato la sospensione anteriore sinistra mentre Costantini ha subìto la rottura della stessa componente ma in posizione posteriore destra.

Classifica

1. Hamilton/Tutumlu – Corvette – Selleslagh Racing Team – 24 giri / Super GT
2. Mavlanov/Zampieri – Ferrari – SMP Racing-Russian Bears – + 8.060 / Super GT
3. Montermini/Schirò – Ferrari – Scuderia Villorba Corse – + 9.410 / Super GT
4. Cameron/Griffin – Ferrari – AF Corse – + 29.807 / GTS
5. Campaniço/Patel – Audi – Team Novadriver – + 36.645 / GTS
6. Beretta/Camathias – Porsche – Autorlando Sport – + 42.982 / GTS
7. Zlobin/Persiani – Ferrari – AF Corse – + 47.056 / GTS
8. Mancini/Dromedari – Ferrari – Easy Race – + 54.841 / GTS
9. Maleev/Perez Aicart – Ferrari – SMP Racing-Russian Bears – + 1:06.983 / GTS
10. Sdanewitsch/Rugolo – Ferrari – AF Corse – + 1:40.093 / GTS
11. Haggenmüller/Aka – Audi – Attempto Racing – + 1 giro / GTS
12. Weidt/Gatting – Audi – Attempto Racing – + 5 giri / GTS

Ritirati

13. Lathouras/Lyons – Ferrari – AF Corse / GTS
14. Roda/Ruberti – Ferrari – AF Corse / GTS
15. Costantini/Gattuso – Ferrari – Ombra Racing / GTS
16. M.Ramos/Pastorelli – Corvette – V8 Racing / Super GT

Non partiti

17. Sijthoff/Soulet – Corvette – V8 Racing / Super GT

Gabriele Sbrana


Stop&Go Communcation

Isaac Tutumlu e Archie Hamilton si sono scrollati di dosso immediatamente lo spettro dell’incidente avvenuto ieri e oggi hanno trionfato…

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/09/gtopen-srt-070914-01-1024x682.jpg Spa, Gara 2: Ancora Corvette con Selleslagh, in GTS la spunta AF Corse