Mc Kee elimina Ellinas alla prima curva, Sims ne approfitta e vince alla grande su Daly e Regalia, Yelloly regolare quarto su Korjus. Bene Kvyat e Zamparelli, belle rimonte per Niederhauser e Sainz. Trident ancora fuori dalla zona punti.

Forse è stata la gara della svolta. Di sicuro se la ricorderanno a lungo, questa seconda corsa di Spa, Ellinas, Regalia e Sims. Per il cipriota sarà un incubo per i prossimi quindici giorni: partito (bene) dalla pole, l’ex leader del campionato è stato centrato da Mc Kee alla Source. Manovra un po’ alla Grosjean – nel senso che l’inglese ha chiaramente sbagliato il punto di staccata, dimenticandosi di non essere da solo in pista; per questo il pilota sconterà poco dopo un drive-through – e la sospensione anteriore destra della Dallara griffata Marussia è ko. Fine dei legittimi sogni di rimonta per Ellinas. La domenica di Spa se la ricorderà Regalia, autore di un’altra gara alla Prost: intelligente, mai sopra le righe, l’argentino ha raccolto un preziosissimo terzo posto restando per tutti i tredici giri in scia al compagno Daly grazie al quale s’invola sempre più in testa al campionato. Ora il più vicino inseguitore è proprio l’americano, staccato di 14 punti, mentre Ellinas sprofonda a meno venti.

Ma la palma del migliore della giornata non può che andare a Alex Sims: approfittando del pasticciaccio brutto di Mc Kee, l’ultimo arrivato in casa Carlin confeziona una gara bellissima, a suon di tempi-record (impressionante il suo giro veloce nel corso della terz’ultima tornata). Non sapremo mai cosa avrebbe potuto fare Ellinas, ma di sicuro le due macchine della ART non avevano il passo per contrastare il talentuoso pilota britannico.

Punti importanti li mettono in saccoccia anche Yelloly – sempre molto regolare – , Korius ed un sempre brillante Kvyat. Il vincitore della gara di ieri si mette in luce per il duello con Zamparelli, alla fine vinto appunto dal russo sul pur agguerrito anglo-italiano. Un punto anche per Visoiu, mentre non muovo la classifica ma toccano le corde delle emozioni Sainz e, soprattutto, Niederhauser: scattati dal fondo per gli incidenti che li hanno visti incolpevoli protagonisti ieri pomeriggio, i due si sono esibiti in altrettante rimonte. Lo spagnolo si è fermato al tredicesimo posto, perdendo una posizione nel finale a favore di Fontana, mentre lo svizzero ha davvero impressionato per il grintoso recupero che lo ha portato ad un passo dalla zona punti.

Anche la seconda gara è avara di soddisfazioni per i tre piloti Trident. Venturini naviga sempre intorno alla decima posizione, senza tuttavia dare mai la sensazione di poter combattere per le ultime posizioni della zona punti. Tre posizioni dietro di lui finisce un Fumanelli a sua volta apparso poco combattivo, mentre una foratura costringe Zonzini ad arrivare in coda al gruppo.

Con i soli appuntamenti di Monza e Yas Marina ancora da disputare, la classifica vede dunque Regalia svettare con 115 punti, contro i 101 di Daly ed i 95 di Ellinas. Quarto è Korius (93), seguito da Kvyat (88), Harvey e Vainio (75 punti per i due; il finlandese sconterà una penalità di cinque posizioni sulla griglia di gara-1 a Monza per il contatto nel finale con Sa Silva), Yelloly (68), Sainz (64) Visoiu e Sims (43).

Classifica

1. Alexander Sims – Carlin – 13 giri

2. Conon Daly – ART Grand Prix – a 8”314

3. Facu Regalia – ART Grand Prix – a 10”773

4. Nick Yelloly – Carlin – a 15”100

5. Kevin Korjus – Koiranen GP – a 16”251

6. Daniil Kvyat – MW Arden – a 18”230

7. Dino Zamparelli – Marussia Manor Racing – a 18”963

8. Robert Visoiu – MW Arden – a 20”051

9. Patrick Niederhauser – Jenzer Motorsport – a 21”799

10. Lewis Williamson – Bamboo Engineering – a 24”203

11. Giovanni Venturini – Trident – a 25”019

12. Alex Fontana – Jenzer Motorsport – a 27”531

13. Carlos Sainz – MW Arden – a 29”280

14. David Fumanelli –  Trident – a 32”874

15. Jimmy Eriksson –  Status Grand Prix – a 35”087

16. AadderlyFong – Status Grand Prix – a 47”162

17. Ryan. Cullen – Marussia Manor Racing – a 47”784

18. Josh Webster – Status Grand Prix – a 52”127

19. Carmen Jordá – Bamboo Engineering – a 91”826

20. Patrick Kujala – Koiranen GP – a 98”328

21. Luis Sá Silva – Carlin – a 1 giro

22. Aaro Vainio – Koiranen GP – a 1 giro

23. Emanuele Zonzini – Trident – a 1 giro

Ritiri

Samin Gómez – Jenzer Motorsport –  10 giri

Melville McKee – Bamboo Engineering –      6 giri

Jack Harvey –  ART Grand Prix – 5 giri

Tio Ellinas – Marussia Manor Racing – 2 giri

Paolo Bellodi


Stop&Go Communcation

Mc Kee elimina Ellinas alla prima curva, Sims ne approfitta e vince alla grande su Daly e Regalia, Yelloly regolare […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/08/gp3-sims-25082013.jpg Spa, Gara 2: Sontuoso Sims, Regalia in fuga