Dean Stoneman si conferma specialista in condizioni di pista difficili, arpionando la vittoria nel caos. Zamparelli e Yelloly a podio, strategia sbagliata per Ghiotto

Il pilota Marussia Manor riesce ad arpionare il secondo successo stagionale sul leggendario tracciato di Spa-Francorchamps al termine di un Gran Premio caotico.

Stoneman e’ riuscito a tenersi lontano dai tanti contatti delle prime tornate, risalendo inesorabilmente la china con gomme slick su pista ancora umida e approfittando nel finale del grave errore del leader Matheo Tuscher, finito pericolosamente in testacoda al Radillion provocando l’ingresso della Safety Car a quattro giri dal termine.

Il pilota Marussia ha poi saputo condurre nei due giri finali senza troppi problemi la testa del Gran Premio, tagliando il traguardo con un margine rassicurante su un ritrovato Dino Zamparelli (ART) e Nick Yelloly (Status GP).

Una Gara 1 ricca di colpi di scena, con un distratto Marvin Kirchhofer a finire contro le barriere addirittura nel giro di ricognizione, costringendo i commissari di gara ad un rinvio della procedura di partenza.

Partenza funestata sin dai primi metri da un nuovo botto, questa volta con Patrick Niederhauser (Arden) a tamponare violentemente l’incolpevole Marcus Eriksson (Koiranen GP) all’imbocco de la Source.

Chi non riesce ad approfittare del caos dei primi giri e’ il leader del mondiale Alex Lynn (Carlin), partito dai box dopo aver cambiato all’ultimo momento i pneumatici da bagnato. Ottavo al traguardo, il talento di scuola Red Bull e’ comunque riuscito a limitare i danni rispetto al rivale Richie Stanaway (Status GP), settimo.

Da dimenticare il GP di Luca Ghiotto (Trident). Splendido pole-man al debutto nella giornata di ieri, il nostro Luca e’ rimasto troppo a lungo in pista con le gomme da bagnato nelle fasi iniziali di gara.  Inevitabile il riassorbimento da parte del gruppo dei favoriti avente gomme slick, decisamente piu’ performanti una volta asciugata la pista dopo i primi passaggi.

Ghiotto chiuderà solo diciottesimo, mentre Riccardo Agostini (Hilmer Motorsport) riuscira’ ad arpionare un punto iridato piazzandosi decimo, subito davanti a un brillante Kevin Ceccon. (Jenzer).

Classifica Gara 1

1. Dean Stoneman Manor 28m58.508s
2. Dino Zamparelli ART +1.210s
3. Nick Yelloly Status +2.923s
4. Jann Mardenborough Arden +3.837s
5. Pal Varhaug Jenzer +4.938s
6. Alex Fontana ART +5.734s
7. Richie Stanaway Status +7.01s2
8. Alex Lynn Carlin +7.555s
9. Emil Bernstorff Carlin +8.059s
10. Riccardo Agostini Hilmer +9.237s
11. Kevin Ceccon Jenzer +10.027s
12. Alfonso Celis Status +10.547s
13. Santiago Urrutia Koiranen +11.831s
14. Ryan Cullen Manor +25.472s
15. Nelson Mason Hilmer +35.045s
16. Luis Sa Silva Carlin +1m10.700s
17. Carmen Jorda Koiranen +1m43.531s
18. Luca Ghiotto Trident +1m45.090s
19. Sebastian Balthasar Hilmer -2 laps
20. John Bryant-Meisner Trident -2 laps

Lorenzo Lucidi


Stop&Go Communcation

Dean Stoneman si conferma specialista in condizioni di pista difficili, arpionando la vittoria nel caos. Zamparelli e Yelloly a podio, strategia sbagliata per Ghiotto

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/08/1408812478.jpg Spa-Francorchamps, Gara 1: Caos e incidenti, ma vince Stoneman!