Da ultimo (25esimo) a primo! Will Buller questa mattina ha scritto probabilmente la pagina più bella della propria carriera vincendo Gara 2 a Silverstone, e forse la più grande impresa compiuta nei quasi tre anni di storia della GP3 Series.

La scelta di montare già al via le gomme slick ha pagato: quando negli ultimi giri la pista è andata asciugandosi, il ritmo del pilota nordirilandese è divenuto inarrestabile per chiunque. Buller il sorpasso decisivo lo ha compiuto su Patric Niederhauser, sul quale guadagnava ormai diversi secondi ad ogni transito sul traguardo.

Non si può parlare solo di fortuna o di strategia azzeccata, in ogni caso. In avvio i pochi concorrenti che avevano optato subito per le slick hanno infatti sofferto parecchio, con Alex Brundle e Daniel Abt addirittura usciti di pista. Conor Daly invece è riuscito a recuperare nelle tornate conclusive chiudendo 2°.

A completare il podio Niederhauser, il migliore fra coloro che avevano scelto le coperture wet. Lo svizzero è stato assolutamente formidabile, portandosi da decimo a primo, e solo l’asciugarsi dell’asfalto lo ha privato di un successo altrimenti quasi certo.

4° piazza per Tio Ellinas, in vetta per alcuni giri. Il cipriota ha poi deciso di effettuare un pit-stop per montare le Pirelli slick, precedendo Robert Visoiu e Antonio Felix da Costa, vincitore ieri di Gara 1.

Kevin Ceccon è scattato dalla pole-position, ma già alla fine del primo giro ha subito l’attacco di Ellinas, perdendo un po’ il ritmo sulla distanza. Dietro di pochio decimi è giunto il debuttante brasiliano Fabio Gamberini, un altro dei “coraggiosi” che avevano puntato sulle Pirelli in versione slick.

Giornata negativa per Mitch Evans e Aaro Vainio, i due principali contendenti al titolo. Entrambi alla lunga sono scivolati indietro, rimanendo a secco. Il neozelandese, poco brillante, ha chiuso 11°; il finnico ha speronato il connazionale Matias Laine.

Classifica

01. Will Buller – Carlin – 14 giri
02. Conor Daly – Lotus GP – +8.577
03. Patric Niederhauser – Jenzer Motorsport – +30.017
04. Tio Ellinas – Marussia Manor Racing –  +37.529
05. Robert Visoiu – Jenzer Motorsport – +52.038
06. Antonio Felix da Costa – Carlin – +1:03.722
07. Kevin Ceccon – Ocean Racing Technology – +1:05.954
08. Fabio Gamberini – Atech CRS GP – +1:06.482
09. Fabiano Machado – Marussia Manor Racing –  +1:07.321
10. Alex Brundle – Carlin – +1:20.941
11. Mitch Evans – MW Arden – +1:22.894
12. Facu Regalia – Jenzer Motorsport – +1:23.503
13. Kotaro Sakurai – Status Grand Prix – +1:24.203
14. Tamas Pal Kiss – Atech CRS GP – +1:28.143
15. Robert Cregan – Ocean Racing Technology – +1:46.079
16. Giovanni Venturini – Trident Racing – +1:54.408
17. Ethan Ringel – Atech CRS GP – +1:56.151
18. Matias Laine – MW Arden – a 1 giro
19. Antonio Spavone – Trident Racing – a 1 giro

Ritirati

20. Dmitry Suranovich – Marussia Manor Racing –  12 giri
21. Vicky Piria – Trident Racing – 12 giri
22. Daniel Abt – Lotus GP – 11 giri
23. Marlon Stockinger – Status Grand Prix – 11 giri
24. Aaro Vainio – Lotus GP – 11 giri
25. Alice Powell – Status Grand Prix – 9 giri

Jacopo Rubino


Stop&Go Communcation

Da ultimo (25esimo) a primo! Will Buller questa mattina ha scritto probabilmente la pagina più bella della propria carriera vincendo […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/07/gp3-080712-01.jpg Silverstone, Gara 2: Buller fa il miracolo, da ultimo alla vittoria