Manca meno di una settimana al vero vernissage della GP3 Series, che il 4/5 marzo scenderà in pista per i primi test collettivi sul circuito del Paul Ricard. Al momento sono soltanto 10 i sedili assegnati ufficialmente, ma il boss del campionato Bruno Michel, intervistato da Autosport, si è detto fiducioso.

“Avremo uno schieramento al completo per le prime prove. Penso che, fra i concorrenti che prenderanno parte alla stagione, due terzi abbiano già firmato. Ci sono altri piloti che verranno a prendere contatto con la vettura e valutare le proprie intenzioni. È molto incoraggiante”, ha dichiarato il manager francese.

Michel è convinto che gli effetti della crisi economica possano mettere in difficoltà le categorie rivali (come è in particolare la F3 Euro Series): “Credo sia dura per tutti. Da altre parti stanno avendo problemi nel mettere insieme un numero ragionevole di iscritti, per noi arrivare a 30 è un grande risultato. La GP3 può essere più appetibile, ed essere una via d’accesso più ragionevole nella strada verso la Formula 1”.

Come accade in GP2, in ogni caso, le dieci squadre selezionate dovranno rispettare delle condizioni piuttosto precise. “Ci aspettiamo un impegno serio da parte dei team, fa parte del contratto. Ogni scuderia dovrà presentarsi sempre con tre macchine, e non può schierare più di cinque piloti diversi durante l’anno. Questo è molto chiaro”, ha sottolineato Bruno Michel.

È comunque fuori di dubbio che, a così pochi giorni dalle prove di Le Castellet, la lista dei drivers confermati sia abbastanza esigua: una situazione probabilmente dovuta soprattutto all’elevato budget richiesto.

Jacopo Rubino


Stop&Go Communcation

Manca meno di una settimana al vero vernissage della GP3 Series, che il 4/5 marzo scenderà in pista per i […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/gp3-270210-01.jpg Il boss Bruno Michel ha fiducia nelle adesioni allo schieramento: “Situazione incoraggiante”