Il meteo ballerino che ha caratterizzato il venerdì di Hockenheim non ha risparmiato nemmeno la GP3 Series, scesa in pista nel pomeriggio per la sessione di prove libere. Nonostante non abbia più piovuto, l’asfalto si è presentato bagnato: anche per questo il turno è stato imprevedibile e movimentato, come dimostra del resto il verdetto finale. Daniel Morad (vincitore a Silverstone di Gara 2) è balzato al comando all’ultimo minuto disponibile con il crono di 1:44.682, battendo per appena 20 millesimi James Jakes, sfruttando il miglioramento delle condizioni di aderenza.

Proprio in quel momento, tuttavia, erano esposte le bandiere gialle per l’uscita di pista di Pablo Sanchez Lopez. Sul canadese della Status pende quindi un’incognita che potrebbe essere risolta soltanto domani mattina dopo le qualifiche, con un rischio di penalizzazione in griglia, sulla scia di un episodio analogo accaduto a Valencia.

Ciò non toglie nulla però alla bella performance ottenuta dall’alfiere del team Status, che per meno di un decimo precede anche Oliver Oakes (3°). Con Adrian Quaife-Hobbs in quarta piazza troviamo un terzetto di inglesi alle spalle del leader, mentre si è proiettato in alto pure Roberto Merhi, 5° su un circuito ben conosciuto grazie alla militanza in F3 Euro Series. A seguire troviamo Nigel Melker e l’unico driver di casa, Tobias Hegewald. Completa la top ten Robert Wickens.

Non sono stati poi troppo numerosi gli errori commessi dai concorrenti, ma spicca il testacoda di Dean Smith, a causa del quale il driver della Carlin ha danneggiato il retrotreno della propria vettura, trovandosi poi relegato in fondo alla graduatoria. L’unica bandiera rossa è stata esposta per l’episodio che ha visto protagonista Stefano Coletti (12°): il monegasco ha perso un pezzo della sua monoposto, rendendo necessaria la sospensione momentanea per consentire ai commissari di rimuovere il detrito dal tracciato.

Anche per via di alcune bandiere gialle, Esteban Gutierrez e Alexander Rossi si ritrovano piuttosto arretrati, rispettivamente 18° e 16°, divisi dal nostro Mirko Bortolotti. Buono il bilancio di Vittorio Ghirelli (26°), che ha trovato un discreto feeling con le gomme rain. In difficoltà invece l’indonesiano Rio Haryanto, addirittura terzultimo. Domani mattina le qualifiche.

Classifica

01. Daniel Morad – Status Grand Prix – 1:44.682
02. James Jakes – Manor Racing – 1:44.702
03. Oliver Oakes – Atech CRS GP – 1:44.773
04. Adrian Quaife-Hobbs – Manor Racing – 1:44.908
05. Roberto Merhi – Atech CRS GP – 1:45.094
06. Nigel Melker – RSC Mucke Motorsport – 1:45.205
07. Tobias Hegewald – RSC Mucke Motorsport – 1:45.232
08. Leonardo Cordeiro – MW Arden – 1:45.420
09. Doru Sechelariu – Tech 1 Racing – 1:45.499
10. Robert Wickens – Status Grand Prix – 1:45.667
11. Felipe Guimaraes – Addax Team – 1:45.812
12. Stefano Coletti – Tech 1 Racing – 1:45.839
13. Daniel Juncadella – Tech 1 Racing – 1:45.849
14. Simon Trummer – Jenzer Motorsport – 1:45.909
15. Lucas Foresti – Carlin – 1:45.988
16. Alexander Rossi – ART Grand Prix – 1:46.056
17. Mirko Bortolotti – Addax Team – 1:46.103
18. Esteban Gutierrez – ART Grand Prix – 1:46.112
19. Ivan Lukashevich – Status Grand Prix – 1:46.153
20. Miki Monras – MW Arden – 1:46.487
21. Pedro Nunes – ART Grand Prix – 1:46.704
22. Nico Muller – Jenzer Motorsport – 1:46.824
23. Renger Van Der Zande – RSC Mucke Motorsport – 1:46.934
24. Pal Varhaug – Jenzer Motorsport – 1:47.158
25. Josef Newgarden – Carlin – 1:47.205
26. Vittorio Ghirelli – Atech CRS GP – 1:47.349
27. Michael Christensen – MW Arden – 1:47.431
28. Rio Haryanto – Manor Racing – 1:48.800
29. Pablo Sanchez Lopez – Addax Team – 1:48.960
30. Dean Smith – Carlin – 1:51.232

Jacopo Rubino


Stop&Go Communcation

Il meteo ballerino che ha caratterizzato il venerdì di Hockenheim non ha risparmiato nemmeno la GP3 Series, scesa in pista […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/gp3gp3-230710-011.jpg Hockenheim, Libere: Sull’asfalto umido Daniel Morad prende il comando all’ultimo minuto