Tre giri completi a briglie sciolte, il resto tutto dietro alla safety-car. Capitolo da dimenticare a Hockenheim per la GP3 Series, con Gara 2 vinta da Mitch Evans ma caratterizzata soprattutto dai brutti incidenti occorsi a Vicky Piria e Fabiano Machado.

Nella mischia del primo giro, la pilotessa milanese è stata protagonista di uno spettacolare decollo dopo un contatto in prossimità del tornantino con Robert Cregan e Kevin Ceccon, centrando in un secondo momento anche Will Buller. Coinvolti nella dinamica anche Alice Powell e Lewis Williamson. La più sfortunata è stata proprio la portacolori del team Trident, rimasta a lungo nell’abitacolo e assistita dallo staff medico.

Ci sono volute ben otto tornate prima che tornasse la bandiera verde: Evans si è così ripreso la leadership della corsa (e rafforzato quella in campionato) superando in scia Abt, che lo aveva beffato al via dalla prima fila. A seguire Conor Daly, che ha completato il podio, poi Tamas Pal Kiss, Matias Laine, Tio Ellinas e Giovanni Venturini a cogliere l’ultimo punto disponibile.

Alla nona tornata la safety-car è di nuovo intervenuta a causa di un altro decollo, compiuto da Fabiano Machado. La vettura del brasiliano si è sollevata da terra appena dopo il cordolo all’esterno della prima curva, dove è presente un dislivello che già nelle qualifiche di ieri aveva provocato lo stesso effetto per Dmitry Suranovich, peraltro suo compagno di squadra.

Machado, appena rimesse le ruote a terra, ha parcheggiato a bordo pista, restando però nel cockpit. Altra neutralizzazione e medici attorno alla sua vettura. Da quel momento il gruppo non ha potuto fare altro che aspettare il conto alla rovescia in processione.

Restiamo adesso in attesa di aggiornamenti sulle loro condizioni fisiche, ma stando a quanto dichiarato da Maurizio Salvadori, patron della Trident, ai microfoni della Rai la situazione della Piria potrebbe essere meno delicata del previsto.

Classifica

01. Mitch Evans – MW Arden – 15 giri
02. Daniel Abt – Lotus GP – +0.428
03. Conor Daly – Lotus GP – +0.987
04. Tamas Pal Kiss – Atech CRS GP – +1.342
05. Matias Laine – MW Arden – +2.737
06. Aaro Vainio – Lotus GP – +2.917
07. Tio Ellinas – Marussia Manor Racing – +3.086
08. Giovanni Venturini – Trident Racing – +4.020
09. Patric Niederhauser – Jenzer Motorsport – +5.553
10. David Fumanelli – MW Arden – +6.602
11. Marlon Stockinger – Status GP – +6.784
12. Robert Visoiu – Jenzer Motorsport – +8.972
13. Alex Brundle – Carlin – +9.201
14. Dmitry Suranovich – Marussia Manor Racing – +10.306
15. Kevin Ceccon – Ocean Racing Technology – +11.715
16. Ethan Ringel – Atech CRS GP – +12.218

Ritirati

17. Carmen Jorda – Ocean Racing Technology – 10 giri
18. Fabiano Machado – Marussia Manor Racing – 9 giri
19. Robert Cregan – Ocean Racing Technology – 5 giri
20. Will Buller – Carlin – 0 giri
21. Vicky Piria – Trident Racing – 0 giri
22. Lewis Williamson – Status GP – 0 giri
23. Alice Powell – Status GP – 0 giri
24. Antonio Felix da Costa – Carlin – 0 giri

Jacopo Rubino


Stop&Go Communcation

Tre giri completi a briglie sciolte, il resto tutto dietro alla safety-car. Capitolo da dimenticare a Hockenheim per la GP3 […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/07/gp3-220712-01.jpg Hockenheim, Gara 2: Vince Evans, incidenti per Piria e Machado