Il meteo di questo weekend a Hockenheim ha confermato la sua imprevedibilità in Gara 1 della GP3 Series, vinta da un bravissimo Patric Niederhauser. Come accaduto due settimane fa a Silverstone, lo svizzero ha dato sfoggio della propria abilità sul bagnato in una corsa dominata dalla pioggia.

Prima dello start sul circuito ha ripreso infatti a diluviare, convincendo la maggioranza dei piloti a montare le gomme wet. Peccando in ottimismo, hanno puntato invece sulle slick i primi due della griglia, Daniel Abt e Mitch Evans, così come Antonio Felix da Costa, Will Buller, Lewis Williamson, David Fumanelli e Alice Powell, costretti perciò a rientrare subito ai box dopo lo start avvenuto in regime di safety-car.

L’intensità della pioggia, già alla fine del primo giro, ha però comportato l’esposizione della bandiera rossa in attesa che la situazione migliorasse. Terminata l’attesa, la ripartenza è stata ancora guidata dalla vettura di sicurezza, con Conor Daly leader davanti a Niederhauser. Meno di un giro dal via libera e l’elvetico ha superato l’americano in un avvincente corpo a corpo, iniziando la propria cavalcata verso la seconda vittoria stagionale dopo quella di Gara 2 a Valencia.

Piazza d’onore per Daly, che nel finale ha cercato di riavvicinarsi, mentre a completare il podio è stato il nostro Kevin Ceccon, autore di una prestazione convincente insieme a Giovanni Venturini (4°), al primo risultato importante in questo campionato.

A seguire i finlandesi Matias Laine e Aaro Vainio. L’alfiere della Lotus GP riduce di poco il gap in classifica generale su Evans, riuscito quantomeno a entrare in top-ten (9°) recuperando dalle retrovie insieme ad Abt (8°) e Buller (10°). Arrivo in zona punti anche per Tamas Pal Kiss, settimo.

La risalita di Antonio Felix da Costa, al contrario, si è interrotta alla nona tornata nella ghiaia della curva Sachs, dopo un contatto con un avversario. L’altro ritirato è invece Fabiano Machado, incappato in un testacoda. Da ricordare lo stop and go di 10″ inflitto ad Alex Brundle e Robert Visoiu, per aver tardato a montare i pneumatici sullo schieramento. Un inconveniente frutto dell’incertezza che ha preceduto il via.

Classifica

01. Patric Niederhauser – Jenzer Motorsport – 14 giri
02. Conor Daly – Lotus GP – +0.693
03. Kevin Ceccon – Ocean Racing Technology – +5.361
04. Giovanni Venturini – Trident Racing – +8.841
05. Matias Laine – MW Arden – +11.353
06. Aaro Vainio – Lotus GP – +11.983
07. Tamas Pal Kiss – Atech CRS GP – +12.555
08. Daniel Abt – Lotus GP – +13.415
09. Mitch Evans – MW Arden – +13.983
10. Will Buller – Carlin – +14.205
11. Tio Ellinas – Marussia Manor Racing – +18.564
12. Robert Cregan – Ocean Racing Technology – +22.297
13. David Fumanelli – MW Arden – +22.889
14. Lewis Williamson – Status GP – +24.264
15. Vicky Piria – Trident Racing – +29.081
16. Alex Brundle – Carlin – +29.303
17. Dmitry Suranovich – Marussia Manor Racing – +29.696
18. Marlon Stockinger – Status GP  – +31.067
19. Ethan Ringel – Atech CRS GP – +38.233
20. Alice Powell – Status GP – +42.018
21. Robert Visoiu – Jenzer Motorsport – +42.719
22. Carmen Jorda – Ocean Racing Technology – +56.621

Ritirati

23. Antonio Felix da Costa – Carlin – 9 giri
24. Fabiano Machado – Marussia Manor Racing – 8 giri

Jacopo Rubino


Stop&Go Communcation

Il meteo di questo weekend a Hockenheim ha confermato la sua imprevedibilità in Gara 1 della GP3 Series, vinta da […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/07/gp3-210712-03.jpg Hockenheim, Gara 1: Niederhauser mago della pioggia