Esclusiva intervista a tu per tu con Ralph Boschung, tra i piloti più quotati per una grande stagione 2016 di GP3.

Tra le più grandi promesse del motorsport svizzero, Ralph Boschung si appresta ad affrontare la seconda stagione da pilota titolare in GP3 Series. Un debutto senza dubbio positivo per il 18enne di Ginevra, con numerosi piazzamenti in top ten, un podio ed un giro veloce in seno al team Jenzer Motorsport.

Dopo una stagione di apprendistato, Boschung è pronto a puntare in alto in questo 2016 agonistico appena cominciato con i test collettivi, sul circuito dell’Estoril. Pochi giorni prima, l’annuncio del passaggio al team Koiranen GP, tra i più quotati della categoria.

Per Boschung, una grande soddisfazione: “Prima di tutto sono davvero contento di potermi unire al team Koiranen GP. E’ stato un accordo raggiunto in extremis, ma davvero interessante per me. Lavorare con il mio nuovo team fino ad ora si è rivelato positivo: ho apprezzato ogni singolo giorno lavorando con la squadra, sono molto professionali e mi fanno sentire a casa“.

Dallara ha portato in pista una nuova generazione di monoposto GP3 quest’anno, caratterizzate da linee più aggressive e motore più potente. Reduce dal primo test all’Estoril, Boschung ha sottolineato le differenze con la passata generazione di GP3: “Le differenze ci sono rispetto allo scorso anno. La macchina è più reattiva ed ha decisamente più carico aerodinamico in curva, in pista si ha la sensazione di guidare un’evoluzione della macchina 2015“.

Un Boschung sempre autocritico e maturo nonostante i 18 anni, giudica così la propria stagione di debutto nel circus della GP3: “Come debutto in GP3 lo scorso anno mi darei un 6. Credo che nella mia prima stagione in Jenzer Motorsport siamo riusciti a massimizzare il potenziale della macchina che avevamo, ed ho imparato molto dai miei errori per non ripeterli poi nella stagione 2016“.

I test dell’Estoril hanno visto Boschung piazzarsi sempre attorno alla zona top ten. Tanti i margini di miglioramento secondo il talento svizzero: “Sono stati tre giorni fantastici con Koiranen. Non ci siamo focalizzati troppo sulla prestazione massima, ma piuttosto sul raccogliere dati, lavorare di fino per mettere poi in pratica quando sarà davvero il momento di spingere sul serio“.

Un tema che sta incendiando il dibattito tra pubblico e addetti ai lavori è la possibile introduzione del dispositivo di protezione abitacolo Halo per la prossima stagione di F1. Ralph Boschung non ha peli sulla lingua: “La F1 non deve farsi trasportare troppo dall’entusiasmo della tecnologia, ma lasciare intatto un senso di pericolo e adrenalina tanto per i piloti quanto per gli spettatori. Questo è ciò che infiamma i fan e li mantiene fedeli alla categoria. L’Halo è orribile dal punto di vista estetico, credo ci possano essere soluzioni diverse per ottenere una buona protezione alla testa del pilota“.”

 

Lorenzo LucidiTwitter 


Stop&Go Communcation

Esclusiva intervista a tu per tu con Ralph Boschung, tra i piloti più quotati per una grande stagione 2016 di GP3.

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2016/03/12890967_951123881623652_2092596206994553447_o-1024x683.jpg Esclusivo – Ralph Boschung a Stop&Go: “Imparato dai miei errori. Halo? Orribile”