Il pilota pugliese del team Prema conquista una grande vittoria in gara 2 precedendo lo svedese Malja. 3° piazza per Luca Ghiotto, 5° per Marciello in una grande giornata per i colori italiani

Dopo la straordinaria pole position del venerdì, la pessima partenza di ieri aveva assunto il sapore di un’occasione mancata per Antonio Giovinazzi, nonostante il sesto posto finale. Quest’oggi, però, il talento pugliese del team Prema ha saputo rimettere in ordine le idee sin dallo scatto sotto il semaforo verde, dalla terza piazza.

Lo stacco frizione è perfetto, tanto da sopravanzare Luca Ghiotto (Trident) in agilità prima dell’attacco a La Source e gettarsi all’inseguimento della nera Rapax di Malja. Giovinazzi gestisce la prima parte di gara con tranquillità, mantenendo sempre un margine dallo svedese tale da non mettere troppo sotto stress le gomme; arrivati alla seconda fase di gara, Giovinazzi rompe gli indugi producendosi in un sorpasso da applausi all’esterno alla staccata di Les Combes, sfilando Malja e salutando il resto della compagnia.

Dietro Luca Ghiotto si avvicina alla Rapax di Malja, mentre alle sue spalle un sempre consistente Raffaele Marciello (Russian Time) deve vedersela con il compagno di squadra Markelov, sempre aggressivo. Forse troppo aggressivo perchè, a cinque giri dalla fine, le gomme del pilota russo iniziano a decadere vertiginosamente, esponendolo al rientro dei piloti sopraggiungenti.

Tra questi Pierre Gasly: il leader del mondiale del team Prema aveva sudato freddo al primo giro nell’entrata di Les Combes quando, dopo un contatto ruota a ruota con Rowland, una bandella dell’alettone anteriore si era staccata facendo temere un’ordine di rientro ai box da parte dei commissari.

Da vero leader di campionato, invece, Gasly non si è affatto scomposto, andando piano piano a rimontare sui diretti rivali. Nel finale riesce addirittura ad abbassare il ritmo, andando a sverniciare King, Markelov e Marciello senza troppi problemi, piazzandosi 4.

Ultima curva da incubo per Markelov, tamponato da Sergey Sirotkin (ART) in una gara da dimenticare per il russo, sempre più distante in classifica generale.

Davanti però era grande festa per l’arrivo di Antonio Giovinazzi, ora a diciassette lunghezze dal leader della classifica Gasly prima del Gran Premio di Monza. Ghiotto chiude 3° in un’altra gara da incorniciare per il vice-campione GP3 2015.

 

Risultati gara 2

POSDRIVERTEAMLAPSGAP
1Antonio GiovinazziPrema Racing1836m48.422s
2Gustav MaljaRapax182.359s
3Luca GhiottoTrident183.921s
4Pierre GaslyPrema Racing184.479s
5Raffaele MarcielloRUSSIAN TIME186.634s
6Alex LynnDAMS189.045s
7Jordan KingRacing Engineering1810.458s
8Oliver RowlandMP Motorsport1813.133s
9Sergey SirotkinART Grand Prix1815.557s
10Sergio CanamasasCarlin1816.274s
11Norman NatoRacing Engineering1817.011s
12Nicholas LatifiDAMS1818.821s
13Nobuharu MatsushitaART Grand Prix1820.170s
14Mitch EvansPertamina Campos Racing1820.713s
15Marvin KirchhoferCarlin1824.657s
16Daniel de JongMP Motorsport1825.989s
17Nabil JeffriArden International1831.645s
18Sean GelaelPertamina Campos Racing1834.203s
19Philo Paz ArmandTrident1843.500s
20Jimmy ErikssonArden International181m26.962s
21Artem MarkelovRUSSIAN TIME171 Lap
22Arthur PicRapax171 Lap

Lorenzo Lucidi


Stop&Go Communcation

Il pilota pugliese del team Prema conquista una grande vittoria in gara 2 precedendo lo svedese Malja. 3° piazza per Luca Ghiotto, 5° per Marciello in una grande giornata per i colori italiani

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2016/08/8613eb429bc71974a60dd32e33fdf947.jpg Spa, Gara 2: Giovinazzi show! Ghiotto 3°