Vincitore a sorpresa il pilota francese del team Racing Engineering davanti al favorito Pierre Gasly. Disastro italiani: Ghiotto fuori al via e Giovinazzi al contatto con Marciello!

Una feature race interessante ed un vincitore a sorpresa per il primo round della GP2 Series 2016, in quel di Barcellona. Nonostante un’ottima partenza ed una condotta di gara solida, la Prema di Pierre Gasly deve arrendersi sul finale sotto gli attacchi impetuosi di un Norman Nato (Racing Engineering) apparso inarrestabile su gomme morbide.

Un Nato che trova così la grande conferma dopo una sessione di qualifica positiva, reattivo all’attacco del leader al restart dopo Safety Car per il testacoda con conseguente stallo del favorito per il titolo Sergey Sirotkin (ART). Il pilota russo era vicino agli scarichi di Nato dopo la sosta, ma ha finito per esagerare all’entrata di Curva 1 terminando in testacoda e spegnendo il motore della sua ART.

Alla ripartenza Nato superava Gasly all’entrata di curva 10, proteggendo la traiettoria in uscita e conquistando la leadership della gara, mantenuta fino alla bandiera a scacchi.

Nel finale Pierre Gasly entra in crisi gomme, perdendo anche la posizione sul pilota DAMS Nicolas Latifi, bravo ad approfittarne per la 2° piazza. Nel finale un sontuoso Artem Markelov (Russian Time) prova ad attaccare la monoposto Prema per conquistare il podio, ma Gasly riesce a tenere duro fino al traguardo.

Prestazione di rilievo anche per il veterano Sergio Canamasas, sesto al traguardo dopo la partenza dalla quindicesima piazza in una gara tutta all’attacco. Gara a due facce per i colori italiani in quel di Barcellona: Luca Ghiotto (Trident) è costretto al ritiro al primo giro, finendo a muro in curva 3 dopo un contatto a centro gruppo.

Raffaele Marciello (Russian Time) e Antonio Giovinazzi (Prema) stavano conducendo una gara tranquilla ed efficace, rispettivamente in settima ed ottava posizione, pronti ad approfittare dell’inversione in griglia dei primi otto per partire davanti a tutti in Gara 2.

Nel finale però Giovinazzi tenta un attacco fuori misura in Curva 4, finendo per tamponare il posteriore di Marciello, spedendolo in ghaia e costringendolo al ritiro. Giovinazzi riesce comunque a terminare la gara in 8° piazza, conquistando il beneficio della pole per gara 2 anche se i giudici di gara potrebbero intervenire sull’episodio.

Risultati Gara 1

PosDriverTeamLapsGap
1Norman NatoRacing Engineering3358m51.044s
2Nicholas LatifiDAMS331.337s
3Pierre GaslyPrema Racing334.248s
4Artem MarkelovRUSSIAN TIME335.145s
5Sergio CanamasasCarlin337.294s
6Alex LynnDAMS337.596s
7Jordan KingRacing Engineering338.678s
8Raffaele MarcielloRUSSIAN TIME3311.544s
9Antonio GiovinazziPrema Racing3312.156s
10Gustav MaljaRapax3313.102s
11Oliver RowlandMP Motorsport3317.513s
12Nobuharu MatsushitaART Grand Prix3318.526s
13Mitch EvansPertamina Campos Racing3321.773s
14Arthur PicRapax3323.022s
15Daniel de JongMP Motorsport3323.787s
16Marvin KirchhoferCarlin3324.125s
17Jimmy ErikssonArden International3324.348s
18Sean GelaelPertamina Campos Racing3327.522s
19Nabil JeffriArden International321 Lap
Philo Paz ArmandTrident28Retirement
Sergey SirotkinART Grand Prix23Retirement
Luca GhiottoTrident0Retirement

Lorenzo Lucidi


Stop&Go Communcation

Vincitore a sorpresa il pilota francese del team Racing Engineering davanti al favorito Pierre Gasly. Disastro italiani: Ghiotto fuori al via e Giovinazzi al contatto con Marciello!

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2016/05/7320785d9b1abae5ac5e188126cf5056.jpg Barcellona, Gara 1: Nato a sorpresa, Giovinazzi tampona Marciello!