Ancora bagarre e colpi di scena nell’ultimo atto del weekend di Misano, Mick Schumacher sbaglia la partenza ritrovandosi 18 esimo, il tedesco rimonta ma non basta, solo quinto al traguardo. Marcos Siebert ringrazia e va a vincere davanti all’arrembate Vips (Prema) e Guzman (Dr Formula).

Dopo tre gare ricche di emozioni e lotta, la gara finale del primo weekend di Formula 4 Italiana, non poteva essere da meno. Subito un colpo di scena dopo lo spegnimento dei semafori, a causa di un probabile stallo, Mick Schumacher rimane piantato sulla casella numero uno conquistata grazie a due vittorie in gara 1 e gara 2. Un calvario fin da subito per il tedesco costretto a recuperare dalla 18esima posizione, la bellissima rimonta furibonda a suon di sorpassi e staccate non lo porta oltre il quarto posto (conquistato dopo una gran lotta con Van Uitert), Mick si accontenta del giro più veloce in gara a segnale del suo grande poteziale e della solidità della vettura.

La sventura di Schumacher e la Safety Car in seguito al contatto Preining-Baiz, regalano una lotta diversa per le prime posizioni, a spuntarla l’argentino Marcos Siebert (Jenzer). Scattato dalla quarta casella, rimonta subito mettendosi alle spalle il compagno Van Uitert e ingaggiando una bellissima lotta con Raul Guzman, i due, a ruoli invertiti hanno riprodotto la bagarre di gara 3 con il pilota Jenzer pronto a restituire il sorpasso conducendo fino alla bandiera a scacchi. Secondo posto occupato da un talentuoso Juri Vips, l’estone ha tentato più volte di infastidire Siebert dopo la rimonta ma senza successo. Chiude il podio un buon Raul Guzman, primo nelle fasi iniziali poi costretto a cedere all’arrivo di Jenzer e Prema.

Un quarto posto mancato per Kush Maini, il rookie partiva dalla diciottesima casella, sfruttando l’ottimo set-up della BVM Racing e qualche contatto dei piloti davanti, l’indiano era risalito sino ai piedi del podio per poi essere penalizzato di 10″ a causa di sorpassi in regime di SC. Dietro Mick Schumacher, dunque quarto all’arrivo, Job Van Uitert piuttosto deluso vista la terza posizione iniziale, l’olandese della Jenzer chiude comunque un buon weekend con una pole e due podi.
Sesto Joao Vieira (Antonelli Motorsport), il brasiliano riesce a rifarsi dopo una deludente gara 3, settimo e nono posto occupati da Hasseclot (Kiteviola Motorsport) e Federico Iribarne (Torino Squadra Corse) autore dell’ennesima rimonta, questa volta dal diciasettesimo posto. Porta a casa l’ultimo punto disponibile un buon Devlin DeFrancesco (Mucke) ancora a punti dopo gara 2.

Da segnalare il contatto Correa-Cunati che ha cancellato le possibilità di podio per entrambi. Nella lotta per il terzo posto infatti, il pilota Prema ha tamponato l’italiano costretto poi al ritiro per problemi al motore. Tredicesimo e quattordicesimo posto per gli italiani Bertonelli (RB Racing) e Giacomo Altoè (Baitech).

Il primo weekend di F4 Italiana va in archivio, quattro gare all’ultimo respiro proiettano con ancora più interesse al weekend dell’otto maggio sul tracciato di Adria.

Di seguito la classifica completa della gara finale.

1) Marcos Siebert – Jenzer Motorsport
2) Juri Vips – Prema – 0″289
3) Raul Guzman – DR Formula – 3″420
4) Mick Schumacher – Prema – 4″722
5) Job Van Uitert – Jenzer Motorsport – 8″481
6) Joao Vieira – Antonelli Motorsport – 9″307
7) Valentin Hasse-Clot – Kiteviola – 10″624
8) Kush Maini – BVM – 14″226 *pen*
9) Federico Iribarne – Torino Squadra Corse – 19″472
10) Devlin DeFrancesco – Mucke Motorsport – 19″652
11) Giuliano Raucci – Diegi – 20″307
12) Yan Leon Shlom – RB Racing- 20″410
13) Diego Bertonelli – RB Racing – 21″374
14) Giacomo Altoé – Bhaitech – 21″589
15) Alexander Vartanyan – Cram – 22″910
16) Sebastian Fernandez – RB Racing – 23″765
17) Kevin Kratz – Jenzer Motorsport – 24″311
18) Federico Malvestiti – Antonelli Motorsport – 32″049
19) Aldo Festante – Mucke Motorsport – 32″277
20) Amaury Bonduel – GSK – 34″729
21) Kikko Galbiati – Antonelli Motorsport – 38″732
22) Marino Sato – VSR – 39″274
23) Leonard Hoogenboom – Jenzer Motorsport – 39″582
24) Giacomo Bianchi – Jenzer Motorsport – 49″968
25) Ian Rodriguez Wright – DRZ Benelli – 54″715
26) Fabio Scherer – Jenzer Motorsport – 2 lap
27) Ponzio Rit.
28)Petrov Rit.
29) Conwright Rit.
30) Colombo Rit.
31) Meikup Rit.
32) Cunati Rit.
– Correa
– Ciantini
– Baiz
– Preining

Credits:F4 Media
Simone Corradengo


Stop&Go Communcation

Ancora bagarre e colpi di scena nell’ultimo atto del weekend di Misano, Mick Schumacher sbaglia la partenza ritrovandosi 18 esimo, […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2016/04/2016_img_F4_Misano_siebert200-1024x683.jpg Formula 4 – Misano, Gara Finale: Schumacher sbaglia lo start, vince Siebert davanti a Vips e Guzman