A neanche una settimana di distanza dal meeting di Adria, la Formula 4 è già entrata nel vivo della preparazione alla stagione 2014. Grazie alla spinta del promoter WSK Promotion (Luca De Donno), i lavori nella definizione dei dettagli procedono alla grande sotto tutti gli aspetti. Insomma questa volta le cose sembrano veramente orientate tutte nel verso giusto, e voci di corridoio ci dicono che potrebbero essere già diverse le vetture prenotate in vista del campionato…

WSK delinea la Formula 4. La stagione d’esordio della Formula 4 Tricolore prende velocemente forma. L’interesse dei team che si stanno preparando al Campionato Italiano Aci-Csai, promosso da WSK Promotion, dà ulteriore impulso all’organizzazione generale, che è stata delineata nei suoi aspetti principali.

Tutti i dettagli del nuovo Campionato di Aci-Csai. Prima operazione è quella dell’iscrizione al Campionato, che si potrà perfezionare alla quota di 9500 € + Iva, per essere ammessi ai 7 appuntamenti di Campionato e alle due giornate di test collettivi, che si svolgeranno all’Adria International Raceway e all’Autodromo “Piero Taruffi” di Vallelunga. L’offerta complessiva del nuovo Campionato, nei confronti dei piloti, va dalla copertura televisiva delle gare in diretta da Rai Sport alla predisposizione del servizio di transponder, al tutoraggio da parte degli istruttori della Scuola Federale Aci-Csai. Gli iscritti riceveranno inoltre una tuta ignifuga e i pass necessari per le manifestazioni, nelle quali si serviranno dell’hospitality WSK che avrà funzioni di segreteria, info point, centro visualizzazione tempi e distribuzione di classifiche. Qui sarà distribuito anche il WSK Magazine, edito per ogni evento. A fronte di ogni iscrizione Aci-Csai verserà 2500 € alla Tatuus, azienda che ha in costruzione le vetture, per far installare il cambio al volante sulla rispettiva monoposto. L’iscrizione a ciascuna gara costerà infine 715 €, cui si aggiungono 480 € (Iva da aggiungere in entrambi i casi) per partecipare nello stesso evento alle due sessioni di prove libere, della durata di 40’ ognuna.

Un format di gara impegnativo per la Formula 4. L’apertura della manifestazione prevede 2 turni di prove libere da 40’, seguiti da 2 turni prove ufficiali da 15’. I piloti disputeranno 3 gare, di cui 2 da 28’ più 1 giro e una da 18’ più 1 giro. Il primo turno di prove esprimerà la griglia di partenza della prima gara, il cui ordine di arrivo, a sua volta, comporrà lo schieramento della seconda corsa. In questa gara, la più corta delle 3, i primi 10 piloti partiranno però a posizioni invertite. Il secondo turno di prove, infine, determinerà lo schieramento della terza e conclusiva gara del weekend. Il punteggio sarà attribuito ai primi 10 classificati nelle gare lunghe, nella scala 25 – 18 – 15 – 12 – 10 – 8 – 6 – 4 – 2 – 1. Nella gara corta prenderanno punteggio i primi 8, nella scala 13 – 11 – 9 – 6 – 5 – 4 – 2 – 1. Il giro più veloce in ciascuna gara sarà premiato con l’attribuzione di 1 punto ulteriore. Un trattamento particolare è riservato all’autore del miglior tempo assoluto delle due sessioni ufficiali, al quale spetteranno 5 punti. La prestazione del poleman sarà analizzata in telemetria a cura degli istruttori della Scuola Federale, in condivisione con tutti i piloti presenti, nel corso di un apposito briefing tecnico. I piloti dovranno imparare a gestire le gomme in regime di parco chiuso, sapendo di poter disporre, per le prove libere, di un treno nuovo e di un treno usato nell’appuntamento precedente (solo al primo evento saranno disponibili 2 treni nuovi). Con 6 gomme nuove (3 anteriori e 3 posteriori) dovrà invece essere gestito il resto del weekend, dalle prove ufficiali fino a Gara 3.

Il format della Formula 4 by WSK Promotion. La Formula 4, come è noto, è studiata per i piloti che approdano all’automobilismo nell’età più giovane, subito dopo l’esperienza nel karting. Il campionato Italiano Aci-Csai è perciò dedicato a loro, con una classifica riservata alla fascia 15/17 anni che assegnerà il titolo di Campione Italiano. I piloti da 18 anni in su parteciperanno invece al Trofeo Aci-Csai Formula 4, da assegnare con classifica separata. Adeguato all’importanza dell’iniziativa è il montepremi messo a disposizione da Aci-Csai, che distribuirà un totale di 50.000 €. Di questa somma, 40.000 € andranno al vincitore del titolo, che a fine stagione, insieme al Vicecampione, sarà inviato al Supercorso della Scuola Federale di Alta Velocità di Vallelunga. Un premio in denaro è previsto anche per il vincitore del Trofeo Aci-Csai, al quale sarà assegnata la somma di 10.000 €. Procede intanto la realizzazione delle monoposto, della cui data di consegna sarà data informazione la prossima settimana dalla Tatuus. Successivamente a questa comunicazione avverrà la definitiva conferma del calendario gare che è già stato diramato. A breve sarà lanciato anche il sito Internet dedicato alla F.4 italiana.

La tecnica della Formula 4 nel Campionato Italiano. Sarà Abarth a motorizzare le monoposto del Campionato Italiano Formula 4, forendo un propulsore che, seguendo la linea tecnica tracciata dalla FIA, fornirà sulla base di una unità 1400 cc turbocompressa una potenza massima di 160 CV. Le vetture saranno dotate di cambio sequenziale Sadev, che in sostituzione della tradizionale leva del cambio è assistito da un attuatore elettrico Magneti Marelli di tipo “push/pull”, controllato da centralina elettronica che garantisce elevate prestazioni.


Stop&Go Communcation

A neanche una settimana di distanza dal meeting di Adria, la Formula 4 è già entrata nel vivo della preparazione […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/01/Formula_4_002.jpg Entra nel vivo la preparazione del campionato con WSK