Il pilota di Mondovì è stato protagonista di una brutta qualifica causata da un problema tecnico. In gara però è riuscito a rimontare fino alla 13° piazza.

Dopo una qualifica che l’ha costretto a partire nelle retrovie a causa di un problema tecnico sulla sua NIO, Luca Filippi è riuscito a mostrare una buona performance nella gara, riuscendo a rimontare ben 5 posizioni.

“È stata una giornata eccitante. Tanta gente, tanto pubblico ed euforia attorno alla NIO”, ha commentato il piemontese.

“La gara è stata positiva, il passo era buono e mi sentivo forte. Ho portato a termine qualche manovra, ma sfortunatamente nell’ultima tornata del primo stint sono rimasto bloccato nell’incidente che ha visto coinvolti Josè Maria López e il mio compagno Oliver Turvey. La seconda parte è andata meglio, mi sono riavvicinato di nuovo al gruppetto davanti, ma ormai era troppo tardi per poter sperare nella top 10”, la sua considerazione.

“Infine, ci tengo a ringraziare tutti coloro che mi hanno votato per il FanBoost (Luca Filippi è l’unico pilota completamente italiano al via del campionato elettrico). È la terza volta quest’anno che lo ottengo, quindi vi sono davvero grato…”.

Erano infatti in molti i tifosi con in testa il cappellino Nio di Luca Filippi, segnale assolutamente positivo di una passione motoristica patriottica assolutamente in vita, anche se si parla di vetture elettriche.
Riccardo Massa


Stop&Go Communcation

Il pilota di Mondovì è stato protagonista di una brutta qualifica causata da un problema tecnico. In gara però è riuscito a rimontare fino alla 13° piazza.

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2018/04/03e0fd00-fed7-4022-a403-f5d776dbb0ee.jpg Il commento di Filippi sull’E-prix di Roma