Esordio inglese vicino per Michele Faccin. Il pilota veneto è atteso infatti al debutto nella terza serie britannica dopo aver firmato un accordo con il team West-Tec, che gli garantirà una Dallara F307 con la quale potrà mettersi in mostra e lottare per sperare di ottenere buoni risultati nella classifica della National Class durante il week-end di Silverstone.

Faccin, raggiunto dai microfoni di Stop&Go, ha commentato a caldo le ragioni di questa trasferta britannica, che non sarà a lungo termine. Ma servirà a fargli macinare km in vista del 2010, anno cruciale per la carriera del diciannovenne, il quale è ansioso di allargare i confini della sua carriera andando oltre l’European Open o a qualche apparizione nella terza serie italiana.

“Il discorso Inghilterra si chiuderà con Silverstone, almeno questa stagione, perché si tratterà di un impiego una tantum”, precisa subito Faccin, pilota ufficiale anche del team Hache con cui tornerà a disputare il campionato European Open F3 verso la metà di settembre. “In realtà la mia mente è rivolta al 2010, perché lì sarò chiamato a dare il tutto per tutto, mentre quest’anno mi sto servendo della posizione, anche se delicata, di rookie per mettere alle spalle quei km necessari di esperienza che mi serviranno la prossima stagione”.

E quale sarà il futuro di Faccin? Si è vociferato non solo d'Inghilterra, ma anche di Euroseries oppure della nuova GP3. Sarà vero?

“Non ho ancora deciso nulla, perché adesso correrò in Inghilterra con un team di spessore per cercare di vincere la tappa di Silverstone. In Spagna anche mi trovo bene, ma sono in attesa di notizie riguardo l’evolversi della vicenda GP3; lo trovo molto interessante questo progetto a cui partecipa Dallara. Dipende molto dalla visibilità e dal budget”, ha concluso Faccin.

Stefano Chinappi


Stop&Go Communcation

Esordio inglese vicino per Michele Faccin. Il pilota veneto è atteso infatti al debutto nella terza serie britannica dopo aver […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/faccin_q8.jpg Inghilterra – Michele Faccin con West-Tec a Silverstone: le ragioni del suo impiego