La settimana scorsa avevamo espresso il nostro disappunto sulla sconcertante non ammissione di Matteo Chinosi all'ultimo round brianzolo della Formula 3 italiana. Oggi, a giochi fatti, riceviamo e pubblichiamo il comunicato ufficiale della Ombra Racing inerente proprio la non motivata accettazione del team bergamasco e del suo pilota milanese.

"Lo scorso weekend a Monza si è concluso il campionato italiano di Formula 3. Ombra Racing non vi ha partecipato, ma, dopo l'esaltante stagione nella ATS Formel 3 Cup tedesca con i lusinghieri risultati ottenuti da Matteo Chinosi, aveva pensato di richiedere una wild card, una sorta di passerella di fine stagione sulla pista di casa, ottima occasione per salutare sostenitori e amici, nonchè per permettere a Matteo di aumentare il proprio bagaglio di esperienza.

Ombra ha presentato la propria domanda con la richiesta di correre in deroga al regolamento, poichè Chinosi aveva già disputato una gara in Formula 3 sul tracciato di Monza (il quinto round del campionato inglese nello scorso giugno), seppur con vettura e pneumatici differenti rispetto a quelli permessi dal regolamento vigente in Italia. Ovviamente la richiesta è stata inoltrata specificando chiaramente il fatto che il pilota e la squadra sarebbero stati esclusi dall'assegnazione di punti e di eventuali premi.

Dopo lungo tergiversare, a seguito della riunione della Sottocommissione Velocità tenutasi lo scorso 11 ottobre (un giorno prima della chiusura delle liste per la gara monzese!), l'iscrizione è stata rifiutata, senza motivazione ufficiale alcuna, cosa che, se non per educazione, almeno per rispetto ai soldi versati per le licenze, riteniamo sarebbe stata dovuta.

La motivazione ufficiosa, invece, parla di non unanimità dei team del Campionato Italiano ad accettare l'Ombra per l'evento di Monza. Teniamo a specificare che il rifiuto non può essere considerato relativo alla nostra squadra ma al solo pilota Matteo Chinosi, poichè se avessimo deciso di schierare, ad esempio, Carlo Van Dam, laureatosi campione in Germania, lo avremmo potuto fare senza bisogno di richiedere deroga alcuna, visto che quel pilota non ha mai disputato gare in Formula 3 a Monza nella stagione in corso. Ma se stiamo parlando di un campionato organizzato dalla CSAI, non dovrebbe essere l'organizzatore stesso a decidere chi far correre e chi no? A chi assegnare deroghe e a chi no? Sa tanto, da parte dei responsabili di questa scelta, di ricerca di un alibi, di uno scaricare sulle squadre la loro mancanza di responsabilità sulla decisione presa; infatti, team manager di almeno tre squadre che partecipano al Campionato Italiano, ci hanno confermato la loro assoluta disponibilità alla nostra partecipazione.

Non va dimenticato che per l'ultimo appuntamento della stagione era stata già concessa, dallo stesso organizzatore, una deroga a tutte le squadre del Campionato Italiano Formula 3 che, a fine settembre, hanno potuto svolgere due giorni di test sul tracciato brianzolo. Ricordiamo inoltre il paradosso del messicano Pablo Sanchez che, nonostante sia sceso in pista a Monza a più riprese con la Formula Master (vettura equiparata alla Formula 3 secondo l’Allegato J della FIA), è stato comunque ammesso alla gara e all'assegnazione dei punti. Chiaramente per noi ne aveva tutto il diritto.

Ma ci chiediamo allora: perchè per Chinosi non è stata fatta la stessa cosa, confermando peraltro che il pilota non avrebbe preso punti nè eventuali premi? Perchè la CSAI ha deciso di penalizzare un suo affiliato, un pilota di 18 anni che durante la stagione 2007 ha tenuto alto l'onore dei colori italiani in Europa?

Siamo rimasti davvero sconcertati di fronte a queste decisioni, anche se confermano, una volta di più, la bontà della scelta che facemmo nel 2006, quando decidemmo di rivolgere le nostre attenzioni a campionati esteri. Non siamo l'unico team italiano che corre soltanto all'estero, con impegno, professionalità e risultati. Forse questa cosa dovrebbe far riflettere qualcuno…ma siamo molto dubbiosi che questo succeda".


Stop&Go Communcation

La settimana scorsa avevamo espresso il nostro disappunto sulla sconcertante non ammissione di Matteo Chinosi all'ultimo round brianzolo della Formula […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/chinosi1.jpg I – Ombra Racing chiama. La Csai non risponde!