Al romano del Lucidi Motors è sufficiente il successo in gara 1 per conquistare il titolo tricolore ai danni di Efisio Marchese (Europa Corse) che abbandona la lotta al titolo per un incolpevole ritiro in gara 1 e Pablo Sánchez López (Alan Racing) terzo in gara 1 e poi ritirato in gara 2 quando era in testa.  

Il Campionato Italiano Formula 3 si conclude già alla gara del mattino dove Paolo Maria Nocera (Lucidi Motors), grazie ad una vittoria mai in discussione, chiude in anticipo le sorti della lotta al titolo tricolore. Il 22enne pilota romano, neo-campione italiano, si ripete anche in gara 2 dopo il ritiro del 17enne messicano Pablo Sánchez López (Alan Racing), classificato terzo in gara 1, mentre Efisio Marchese (Europa Corse) abbandona la corsa al titolo rimanendo incolpevole vittima di un tamponamento in gara 1 per poi chiudere terzo in gara 2. Sorte simile per l'altro pretendente al titolo, il trentino Mirko Bortolotti (Minardi-Corbetta), che esce di scena dalla lotta al titolo con il ritiro in gara 1. Miglior risultato stagionale per l'argentino Augusto Scalbi (Minardi-Corbetta) ottimo secondo in gara 2, mentre il perugino Matteo Cozzari (Europa Corse – classe A), settimo assoluto in gara 1, si aggiudica il Trofeo Nazionale CSAI.  

Alla partenza di gara 1 Nocera si porta subito al comando davanti a Fabrizio Crestani (Minardi-Corbetta), Marchese, Sánchez López, Nicola De Marco (Lucidi Motors), Giuseppe Termine (TeamGhinzani), Scalbi, Bortolotti e Paolo Bossini (TeamGhinzani) che sfilano nell'ordine alla Prima Variante. Il pilota romano si presenta con metri preziosi di vantaggio sulla concorrenza già al primo passaggio alla Variante Ascari dove invece il giovane russo Sergey Mokshantev (Alan Racing) è costretto al ritiro dopo aver impattato nelle protezioni. Alle spalle di Nocera è lotta ai ferri corti con Crestani che difende la seconda posizione su Marchese, Sánchez López e De Marco. Il gruppo è tutto a stretto contatto ed all'ingresso della Variante Ascari arriva il colpo di scena. Alla staccata violentissima, De Marco urta la monoposto di Marchese che parte in testacoda finendo la sua corsa nelle vie di fuga. Si chiude così tra le lacrime la rincorsa al titolo del generoso pilota siciliano, mentre il giovane avversario pordenonese viene richiamato ai box per un "Drive through". Nelle posizioni di rincalzo è sempre bagarre ed al terzo giro Bortolotti riesce a controllare nella sua scia la Dallara-HondaMugen di Bossini, mentre poco dopo il 20enne forlivese Jacopo Faccioni (Dallara F304-OpelSpiess Scuderia NT) è costretto ai box abbandonando l'undicesima posizione. Intanto in testa alla gara Nocera procede saldamente al comando, mentre alle sue spalle la lotta per il secondo posto diventa incandescente. All'ottavo giro Sánchez López guadagna la scia di Crestani e sferra l'attacco alla Prima Variante riuscendo a sopravanzare l'avversario saltando sulle gobbe della esse. Il trevigiano non ci sta ed alla successiva Variante si riporta in seconda posizione con il rivale messicano in scia. Il duello però continua anche alla tornata seguente e Sánchez López, dopo aver affiancato Crestani sul rettilineo, si infila alla Prima Variante. Da quel momento il pilota dell'Alan Racing riesce ad allungare conservando così la seconda posizione alla Loggia. Intanto alle loro spalle si registra il ritiro di Bortolotti e la lotta per il quarto posto tra Scalbi e Termine che procedono a stretto contatto. Nelle ultime tornate Nocera controlla senza difficoltà il successo che gli consegna il titolo tricolore, mentre Sánchez López segna il giro più veloce mettendo a dura prova l'assetto della monoposto con i tagli alle Varianti. Nel dopo gara, però, per il giovane messicano arriva la sanzione dei Commissari Sportivi che infliggono 10 secondi di penalità costringendolo così al terzo posto d'ufficio a vantaggio di Crestani. 

Al via di gara 2 è Sánchez López ad avere lo spunto migliore ed il messicano guadagna il primato all'ingresso della Prima Variante. Alle sue spalle si accodano Nocera, Crestani, Marchese, Scalbi e poi Termine, Bortolotti e Bossini. Al secondo giro Termine prova l'attacco su Scalbi che resiste conservando il quinto posto, mentre Marchese tenta su Crestani per la terza posizione. Gli attacchi del siciliano si fanno sempre più incisivi, ma il sorpasso è al quarto passaggio alla Prima Variante. Il trevigiano tenta di resistere, ma Marchese conserva la posizione alla seconda Variante. La soddisfazione del pilota dell'Europa Corse dura solo fino alla tornate seguente, quando, complice un dritto alla Prima Variante, è costretto a subire il sorpasso di Scalbi. La bagarre compatta il quartetto composto da Scalbi, Marchese, Crestani e Bortolotti che procedono tutti vicinissimi. Il più scatenato è ancora una volta il siciliano che al sesto giro riesce ad infilare Scalbi alla Prima Variante, mentre Crestani si insabbia alla Lesmo ed esce di scena. Il duello tra Marchese e Scalbi permette l'avvicinamento di Bortolotti, ma il trentino rimane spettatore della lotta per il terzo gradino del podio. Il sorpasso che vale la piazza d'onore è al decimo giro quando Scalbi riesce ad infilare Marchese alla Prima Variante. Il siciliano tenta di resistere ed affianca il rivale, ma l'argentino del Minardi-Corbetta riesce ad avere definitivamente la meglio alla Seconda Variante. Nella stessa tornata arriva il colpo di scena. Nella sabbia della Parabolica finisce il leader Sánchez López che vede così sfumare la vittoria disperandosi per l'errore commesso. Nocera passa così al primo posto, mentre alle sue spalle Scalbi e Marchese sono sempre ai ferri corti. Le posizioni però non mutano fino al traguardo che saluta al sesta vittoria stagionale per il neo-campione Nocera davanti a Scalbi che coglie il suo miglior risultato stagionale e a Marchese che si riscatta con un podio dopo 'incolpevole ritiro di gara 1. Quarto chiude Termine davanti a Bortolotti e Bossini. 

Nella foto, Paolo Nocera (Lucidi Motors)

Clicca qui per vedere la Classifica Finale di Campionato

Clicca qui per vedere l’Albo d’Oro


Stop&Go Communcation

Al romano del Lucidi Motors è sufficiente il successo in gara 1 per conquistare il titolo tricolore ai danni di […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/Nocera_F3.jpg I – Monza: Gare, Paolo Nocera si cuce il tricolore sul petto!