Vettel a Monza, Kronemberger al Mugello, Piscopo a Misano. Cosa c'entra? Tutti hanno in comune una vittoria in questa domenica, con partenza in safety car. Curioso davvero, analogie dettate dal maltempo che non ha dato tregua e imperversato per l'intero weekend su tutta la nazione.

Sul World Circuit Misano la rossa Dallara n° 16 scattava dalla pole, come detto nelle news precedenti, grazie ai due migliori tempi fatti segnare dal biondo capitolino in qualifica (due giri esatti al millesimo) che valevano le partenze dal palo in entrambe le corse. Il romano del Team Ghinzani sa che non può concedersi il lusso di commettere il minimo errore, tiene fede alla sua freddezza scattando questa volta a meraviglia al via e mantiene il comando delle operazioni. Ma lo sforzo viene abortito però dalla direzione gara, che opta per il blocco immediato delle ostilità a causa di un copioso acquazzone, e una ripartenza in safety car. La corsa viene ridotta sulla distanza di 20 minuti più 1 giro, con restart in wet race e plotone scortato dalla "staffetta", che apre il varco sull’asfalto inondato dall’acqua.

Dopo i due giri trascorsi seguendo la vettura della direzione gara, Piscopo si rilancia al comando davanti a Bortolotti e ad un gruppo ai ferri corti, con Dillmann che spunta dalla bagarre. Out Castellacci (Lucidi) fermo nelle vie di fuga, mentre Cicatelli è quarto davanti a Nava, Dalle Stelle e il 18enne genovese Marco Zipoli (Corbetta). La nuvola lasciata dalla monoposto di Piscopo rende quasi impossibile la rincorsa di Bortolotti, che al quinto giro è costretto a guardarsi le spalle da uno scatenato Dillmann. Il francese dell'Europa Corse ha un passo senza eguali, è il più veloce in pista in quel moment, azzera il gap col trentino di Lucidi e non si lascia pregare per l'attacco finale. Attacco che riesce senza patemi al quinto lap alla curva Rio. Ma Dillmann non si accontenta e nella stessa tornata si porta nella scia di Piscopo; gli attacchi dell’alfiere della Europa Corse si fanno sempre più incisivi, ma il romano riesce a gestire il vantaggio anche se di soli 5 decimi. Il finale di gara continua con straordinarie emozioni che terminano solo con la bandiera rossa esposta dalla direzione gara, che pone fine alle ostilità a due minuti dal termine preventivato.

La vittoria è così di Piscopo, davanti a Dillmann, Bortolotti, Nava, Cicatelli e Zipoli, seguiti a loro volta da Dalle Stelle, Cicognani e Comi. In classifica generale Bortolotti comanda ora con 110 punti sui 94 del rivale, che rosicchia punti importanti mantenendo vive speranza e campionato.

Gara 2

Classifica Campionato

Nella foto, Edoardo Piscopo (Team Ghinzani)


Stop&Go Communcation

Vettel a Monza, Kronemberger al Mugello, Piscopo a Misano. Cosa c'entra? Tutti hanno in comune una vittoria in questa domenica, […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/piscopo_f3.jpg I – Misano, Gara 2: Vince Piscopo su Dillmann. Bortolotti 3°, safety car protagonista